Stone Cold: "Non aver accettato il match con Brock Lesnar è il mio rammarico in WWE"



by   |  LETTURE 3163

Stone Cold: "Non aver accettato il match con Brock Lesnar è il mio rammarico in WWE"

Uno dei personaggi universalmente conosciuti nel mondo del pro-wrestling di tutto il globo, sicuramente per i suoi trascorsi nell'Attitude Era dell'allora WWF dei McMahon, è sicuramente "Stone Cold" Steve Austin, pluricampione della compagnia di Stamford, che per anni ha trainato insieme a molte altre grandissime stelle del business l'intero mondo della disciplina.

Nota e maestosa è stata la sua faida con il Chairman della WWE in persona, Vince McMahon, con i due che hanno portato avanti la loro battaglia per anni, dandosele di santa ragione perfino in ospedale, nelle scenette più impensabili, con il WWE Hall of Famer che ha anche guidato uno Zamboni per le piste da ghiaccio, per arrivare fino al ring della WWE o un camion di birra, per andare ad innaffiare letteralmente Vince McMahon e la sua crew quando erano in faida.
All'inizio degli anni 2000, però, c'è stata una profonda spaccatura tra lo stesso Steve Austin e la WWE, con il lottatore che ha preferito allontanarsi dalla compagnia, rifiutando di perdere un match contro Brock Lesnar, con l'atleta agli esordi della sua carriera, ma già lanciato nel main event dallo stesso patron della compagnia.

Steve Austin si pente di non aver accettato la sconfitta contro Lesnar

Nella sua ultima sessione di domande e risposte flash con i fan del WWE Universe, il noto Hall of Famer della compagnia di Stamford ha voluto rispondere a diverse domande in merito alla sua straordinaria carriera, con alcune domande che hanno vertito anche sulla parte delicata della carriera di Austin.

In merito al suo più grande rammarico della carriera, Steve ha detto:

"Ero totalmente contrariato per quel match. Non mi è mai piaciuto prendere calci nel c**o, ma ragazzi come me, come Hogan, e pochi altri, non crescono sugli alberi.

Quindi avrei dovuto accettare dopo tutti i sacrifici che avevano fatto per farmi crescere e per costruirmi? E senza costruzione poi? Ma alla fine mi sono accorto che quella era una mia parte totalmente stupida e cocciuta.

Avrei dovuto presentarmi e questo è il mio più grande rammarico di tutto il business del pro-wrestling" . Nel frangente raccontato da Steve Austin, Vince McMahon aveva deciso che Brock Lesnar avrebbe dovuto battere Steve Austin, nel tornero del King of the Ring, con l'attuale Hall of Famer che ha invece negato l'apparizione, andandosene a casa e licenziandosi, un po' come fatto da CM Punk solo diversi anni dopo.