Hulk Hogan decideva l'esito di tutti i suoi match? La verità di Eric Bischoff



by   |  LETTURE 9249

Hulk Hogan decideva l'esito di tutti i suoi match? La verità di Eric Bischoff

Hulk Hogan ha trascorso molti anni lavorando al vertice del business del wrestling professionistico, e ha ringiovanito la sua carriera quando ha voltato le spalle e ha formato l'nWo con Scott Hall e Kevin Nash in WCW. Già prima aveva però vinto praticamente tutto in WWF, ed è noto come la sua grande influenza lo abbia aiutato a richiedere e ottenere un numero di vittorie e titoli davvero ingente.

Nel corso degli anni ci sono state voci su quanto controllo creativo avessero alcuni membri dell'nWo, e durante una recente apparizione sul podcast 'WrestleSlam' Eric Bischoff ha chiarito che Scott Hall e Kevin Nash non avevano il controllo creativo totale sui loro personaggi in WCW, men che meno sulle vittorie che avrebbero conseguito.

"Hall e Nash non avevano il controllo creativo - ha spiegato lo storico dirigente, in seguito anche General Manager a Raw -. Per chiarire, avevano una dicitura nel loro accordo che forniva loro il diritto a una consulenza significativa. Significava che avevano la garanzia di avere una conversazione con me e sarebbe stata una conversazione significativa. Ma avere una conversazione significativa e avere il controllo creativo sul proprio personaggio sono due cose diverse. Ecco perché vi dico che loro non avevano il controllo creativo".

Quando Hulk Hogan usò il controllo creativo in WCW

Bischoff ha continuato dicendo che Hulk Hogan, parlando di controllo creativo in senso più stretto, disponeva di una clausola che gli consentiva molte più libertà. Ma ha esercitato il suo diritto di usarla solo in un'occasione.

“Hulk Hogan aveva il controllo creativo e lo ha usato solo una volta - ha rivelato Bischoff -. Quindi, il problema del controllo creativo non era un problema, anche se alla gente piace parlarne e fa parte della narrazione. Quindi so che c'è molto chiacchiericcio, e molte persone hanno riferito che c'era il controllo creativo in WCW. Il problema è che nessuno di queste persone sa di cosa c**zo stanno parlando, se devo essere del tutto sincero. La verità è che Hogan non ha mai creato un problema con le clausole del suo contratto".