Lita, Edge e il segmento bollente: "Dissi di no, la WWE minacciò di cacciarmi"



by   |  LETTURE 1244

Lita, Edge e il segmento bollente: "Dissi di no, la WWE minacciò di cacciarmi"

La WWE Hall of Famer Lita si è resa protagonista di una rivelazione clamorosa durante una suo recente diretta in streaming su Twitch. Lita ha affermato di aver informato la WWE di non voler fare il controverso segmento con Edge a Monday Night Raw nel gennaio 2006, quando i due furono protagonisti di un segmento bollente in un letto matrimoniale posto nel mezzo del ring, un modo che la dirigenza decise di assegnare loro come celebrazione per la vittoria del titolo WWE da parte di Edge. Quando lo fece presente ai vertici della compagnia, però, fu addirittura minacciata di licenziamento.

Questo segmento ha avuto luogo nella puntata di Raw successiva al ppv New Year's Revolution, disputato nel gennaio 2006 e in cui Edge incassò il primo contratto del Money in the Bank, sconfiggendo un John Cena esausto dopo aver appena vinto un Elimination Chamber Match. Fu proprio in quella occasione che Edge per la prima volta in carriera ottenne il WWE Championship e più in generale un titolo assoluto della WWE (negli anni successivi si sarebbe rivelato il più frequente detentore del World Heavyweight Champion della storia).

Tuttavia, Lita ha raccontato senza giri di parole su Twitch che la WWE minacciò di licenziarla se si fosse rifiutata di girare questo ormai famigerato segmento con Edge a Raw. Lita ha aggiunto anche che Edge, John Cena e molti altri membri dello spogliatoio WWE cercarono di fare in modo che il segmento saltasse, ma Vince McMahon era profondamente convinto di portarlo avanti e così fece. Tanto che i due poi si presentarono regolarmente sul ring e il segmento è andato in onda (e ancora oggi, a distanza di 15 anni, se ne discute).

Lita, la WWE e le conseguenze del segmento piccante con Edge

Ma non è tutto. Lita ha infatti rivelato che proprio questo avvenimento la portò a lasciare la WWE. In più, come i fan probabilmente si ricorderanno, la dirigenza di Stamford decise di "seppellirla" senza pietà, tanto che il suo addio fu ai limiti dell'autentica umiliazione (come dimostra il suo ultimissimo segmento da full timer WWE, dopo le Survivor Series 2006 e mesi in cui fu trattata senza nessun ritegno come una "donna di malaffare").

Negli anni successivi i rapporti poi si riaggiustarono e Lita (che ha vinto quattro volte il WWE Women's Championship) ha ripreso a comparire con una discreta frequenza in eventi legati alla WWE, tanto da essere inserita nella Hall of Fame nel 2014 dalla sua migliore amica ed ex rivale in WWE Trish Stratus. Quella vecchia ferita, però, non è mai stata realmente dimenticata.