Show Stopper - WWE Extreme Rules 2010: Il nastro vincente



by   |  LETTURE 868

Show Stopper - WWE Extreme Rules 2010: Il nastro vincente

Mancano meno di due settimane all’appuntamento con Extreme Rules, ribattezzato da qualche giorno con il nome di “The Horror Show At Extreme Rules”. Nonostante questo cambiamento, il PPV rispetterà sempre i canoni del passato, proponendo incontri con stipulazioni particolari e, come visto nella card, offrendo delle sfide da seguire, con wrestler di primo grado, che si preannunciano spettacolari.

Una delle contese più interessanti fu sicuramente quella del 2010, dove videro coinvolti John Cena e Batista, due atleti simboli della federazione in quelli anni. Il 25 aprile 2010, alla First Mariner Arena di Baltimora, si svolse la seconda edizione di Extreme Rules; tale evento fu contraddistinto da una serie di alti e bassi, anche se il giudizio resta tutt’ora positivo.

Il main event della serata fu la sfida titolata tra il campione WWE John Cena e Batista; i due iniziarono la faida a Elimination Chamber quando il leader della Cenation vinse la cintura WWE nella struttura d’acciaio ma, per ordine di Vince McMahon, dovette difendere l’alloro appena conquistato contro lo stesso Batista, che trionfò e tornò sul tetto del mondo.

Tuttavia, l’atleta di Boston riuscì a vendicarsi a WrestleMania 26, sconfiggendo il suo avversario e ritornando campione WWE. Nelle settimane precedenti a ER 2010, Dave attaccò Cena durante una puntata di RAW e decise la stipulazione dell’incontro: Last Man Standing Match.

John Cena Vs Batista: l'astuzia del campione

I due diedero vita ad una contesa piuttosto buona, nonostante l’inizio fu lento e poco coinvolgente. John riuscì a sopravvivere a diverse sediate e schiantò Batista sul tavolo dei commentatori grazie alla sua Double A; The Animal però sfiorò la vittoria dopo la Spinebuster su un tavolo posizionato al centro del quadrato.

Dopo alcuni minuti di violenza, si passò al finale che in molti (ancora tutt’oggi) criticarono aspramente. Cena eseguì la sua classica STF, ma il wrestler di Washington riuscì a resistere; poco dopo, John posizionò il suo avversario all’angolo e lo imprigionò alle gambe tramite un nastro adesivo, costringendo Batista a restare a terra fino al conto di dieci.

Grazie ad uno stratagemma tanto insolito quanto efficace, il leader della Cenation vinse il Last Man Standing Match e si confermò campione WWE. I due ebbero modo di affrontarsi un’ultima volta ad Over The Limit, dove The Champ trionfò in uno dei più brutti I Quit Match della storia; la sera dopo l’evento, Batista annunciò l’addio dalla federazione e non si fece più vedere nella federazione di Stamford prima del 2014, ritorno che poi risultò completamente fallimentare.

John Cena mantenne il titolo fino a Fatal-4-Way, dove perse la corona a causa delle continue interferenze del Nexus; soltanto l’anno successivo il leader della Cenation rimise mani sulla cintura WWE, sconfiggendo in uno Steel Cage The Miz e John Morrison.