Undertaker rivela: "Il mio match con John Cena a WrestleMania mi ha fatto infuriare"



by   |  LETTURE 34559

Undertaker rivela: "Il mio match con John Cena a WrestleMania mi ha fatto infuriare"

Undertaker, per la WWE e non solo, è diventato una sorta di sinonimo di WrestleMania, oltre che un simbolo stesso dello show. Lo ha fatto grazie alla sua irripetibile Streak, la striscia di 21 vittorie consecutive ottenute nello show più importante dell'anno, ma anche la sconfitta ottenuta con Brock Lesnar a WrestleMania XXX non ha cambiato il suo status nella mente dei fan.

Le successive prestazioni a WrestleMania sono però stata per la maggior parte dei casi deludenti, anche se solo Roman Reigns è riuscito a sconfiggerlo nuovamente (avvenne a WrestleMania 33). L'anno dopo il Deadman prese parte a un attesissimo incontro con John Cena, che però si rivelò molto breve e abbastanza deludente: nonostante il suo nuovo successo, insomma, fu un flop. Che generò la rabbia dello stesso Undertaker, che ha deciso di parlarne intervenendo al podcast di Bill Simmons.

"Ero davvero arrabbiato - ha spiegato il Deadman -. Lo ero perché ho trascorso davvero tanto tempo ad allenarmi sul ring, mi ero preparato minuziosamente. Ma soprattutto ero pronto a combattere in un match della durata di 45 minuti, poi sono arrivato a New Orleans e mi hanno spiegato che il tutto sarebbe invece finito nel giro di appena 5 minuti. Io però avevo organizzato tutta la mia preparazione per durare tre quarti d'ora, e anche per questo motivo ero davvero sfiancato".

Undertaker e il desiderio di cancellare la WrestleMania di Roman Reigns

Il Phenom ha anche spiegato che il motivo che lo spinse a prepararsi in maniera così capillare fu la resa del suo scontro con Roman Reigns di un anno prima: "Quel match mi aveva così deluso che mi ero messo in testa di cancellare tutto andando a una velocità che le persone non erano abituate a vedere nelle mie prove sul ring. E volevo fare mosse che nessuno mi vedeva fare da tantissimo tempo. Dopo tutto questo lavoro di preparazione, il mio match è durato appena 5 minuti".

Quindi l'attacco finale di Undertaker, rivolto direttamente alla dirigenza WWE: "Noi vendiamo intrattenimento, non tempo, e quella scelta secondo me è stata estremamente egoista. Quello che avete visto l'anno scorso non è il reale livello in cui mi trovo in questo momento".