Undertaker rivive il dramma a 'Last Ride': "WrestleMania XXX? Non ricordo nulla"



by   |  LETTURE 6331

Undertaker rivive il dramma a 'Last Ride': "WrestleMania XXX? Non ricordo nulla"

Undertaker raccontato senza filtri, a partire dal momento più negativo della sua carriera e in generale della sua vita professionale: la sconfitta di WrestleMania XXX contro Brock Lesnar e la fine della Streak. Su questo si è incentrato il primo episodio di "Undertaker The Last Ride", docu-serie incentrata sul Deadman e andata in onda sul WWE Network appena dopo la conclusione di Money in The Bank. E che ci ha dato la conferma di quanto era già chiaro da anni, ma senza i crismi della (per così dire) "ufficialità": nel corso del violentissimo scontro con The Beast Incarnate, Taker si fece male. Molto male. Tanto da spaventare coloro che lo circondarono, e sollevare anche qualche dubbio sul fatto che effettivamente la WWE volesse che quel match terminasse in quel modo.

Nel corso di "The Greatest Fear", l'episodio in questione di "Undertaker The Last Ride", il Phenom racconta della commozione cerebrale subita a metà match: "Se devo essere sincero, non so con esattezza quando ho subito la commozione cerebrale. Non so nemmeno come sia effettivamente andato quel match, non riesco a ricollegare niente di ciò che è successo. Il mio ultimo ricordo di quella giornata risale credo alle tre e mezza del pomeriggio prima".

Questo spiegherebbe diversi piccoli dettagli di quella notte: il suo sguardo completamente spento, la reazione fin troppo esagitata di Paul Heyman dopo la conclusione dell'incontro, la musica di Brock Lesnar partita in leggero ritardo. Nel corso del documentario si racconta addirittura di come Undertaker stramazzò al suolo una volta rientrato nel backstage portando Vince McMahon alle lacrime e alla disperata ricerca di un medico. Vince e gli stessi Heyman e Lesnar trascorsero il resto della serata vegliando su un Taker ridotto a stare a letto e non assistettero alla conclusione di WrestleMania XXX.

La storia è stata confermata da Vince McMahon e dall'allenatore della WWE Larry Heck. Michelle McCool, moglie del Becchino, ha aggiunto ulteriori dettagli: "Andammo in ospedale e lui cercava di imbrogliare le infermiere. Gli chiedevano come si chiamava e lui si rivolgeva a me chiedendomi 'Adesso com'è che mi chiamo?'. Il suo trauma cranico era così grave che non si ricordava il suo nome, non si ricordava dove fossimo, non si ricordava perché fossimo a New Orleans. Ha ripreso a ricordarsi il suo nome alle 4 del mattino dopo".

Qui un estratto di quel famigerato match, in un suggestivo montaggio operato dalla WWE: