Show Stopper - WWE Money In The Bank 2010: All American disaster



by   |  LETTURE 1258

Show Stopper - WWE Money In The Bank 2010: All American disaster

Mancano cinque giorni all’appuntamento con Money In The Bank 2020, edizione che non potrà contare sulla presenza del pubblico a causa dell’emergenza del Covid-19 e che vedrà i due Ladder Match svolgersi all’interno delle mura del quartier generale di Stamford.

L’augurio che si fanno tutti i fan della WWE è quello di vedere un ottimo spettacolo e di non rivedere più certe scene, come accaduto esattamente dieci anni fa. La sera del 28 marzo 2010 si svolse WrestleMania 26, in programma a Phoenix (Arizona).

L’evento fu considerato accettabile: a spiccare fu il main event tra Undertaker e Shawn Michaels, che sancì il ritiro di HBK dal lottato, prima di un ritorno lampo avvenuto a Crown Jewel 2018. La ventiseiesima edizione dello Showcase of Immortals ebbe all’interno della card il classico MITB Ladder Match, con la novità che il numero dei partecipanti, tradizionalmente sei o otto, aumentarono a dieci.

I qualificati della contesa furono i seguenti: Kane, Jack Swagger, Christian, MVP, Dolph Ziggler, Matt Hardy, Kofi Kingston, Evan Bourne, Shelton Benjamin e Drew McIntyre, con quest’ultimo che soltanto al terzo tentativo (sconfiggendo un jobber) riuscì ad entrare nell’incontro.

La battaglia fu un autentico flop, sia per quanto riguarda il livello del lottato, sia per il minutaggio (il MITB Ladder Match più corto di sempre). Le manovre da ricordare sono pochissime, dato che l’ampio numero degli atleti creò non pochi disagi all’interno degli spettatori di Phoenix.

Anche atleti esperti come Kane, Matt Hardy e Shelton Benjamin fecero fatica ad ingranare, mentre Evan Bourne, all’epoca in grande spolvero e in odore di push, fu completamente limitato e non poté eseguire diverse manovre spettacolari.

Il finale è invece uno dei più comici di sempre (superando anche quello del 2012), con Jack Swagger che diventò Mister Money In The Bank, ma ci mise più di un minuto a staccare la valigetta. L’All American American decise di incassare subito nella puntata post-WrestleMania di SmackDown, attaccando Edge e schienando in tempi record il campione del mondo Chris Jericho, conquistando così la cintura dei pesi massimi.

Tuttavia, il regno di Swagger fu uno dei più disastrosi di sempre, con faide senza senso e mal riuscite; lo strazio terminò a Fatal-4-Way, quando Rey Mysterio riuscì a vincere il match a quattro e ad impossessarsi del titolo.

WrestleMania 26 viene ricordata per essere l’ultima edizione contenente il MITB Ladder Match, dato che già nell’estate 2010 Money In The Bank diventò un PPV vero e proprio. Inoltre, il fallimento di quella battaglia, fu di enorme insegnamento per il futuro: infatti, non venne mai più adottato un vasto numero di partecipanti all'interno della sfida con la valigetta in palio.