Show Stopper - WWE WrestleMania 20: The US Champ is here!



by   |  LETTURE 3837

Show Stopper - WWE WrestleMania 20: The US Champ is here!

Manca una settimana esatta alla disputa della trentaseiesima edizione di WrestleMania, che avrà però la sfortuna di non avere il calore dei fan a causa del Covid-19, che si sta ampliando sempre di più negli Stati Uniti.

Uno dei grandi protagonisti dell’evento cardine della federazione sarà senza ombra di dubbio John Cena; il 16 volte campione del mondo se la vedrà con The Fiend nel Firefly Fun House Match, stipulazione introdotta dallo stesso Bray Wyatt e che tutt’ora non ha ancora avuto un preciso regolamento.

Il leader della Cenation sarà presente per la diciassettesima volta nello Showcase of Immortals, ma la sua stella cominciò a mettere le sue prime radici già nel 2004. Il 14 marzo di quell’anno si svolse WrestleMania 20, in programma nello spettacolare scenario del Madison Square Garden di New York.

Quell’edizione fu una delle più spettacolari di sempre, grazie ad una card stupefacente e ad alcuni avvenimenti che resero l’evento storico, tra cui la vittoria del titolo mondiale di Chris Benoit nel leggendario Triple Threat con Shawn Michaels e Triple H, la conferma di Eddie Guerrero come campione WWE nella battaglia contro Kurt Angle, l’infausto match tra Goldberg e Brock Lesnar, il ritorno di Undertaker e l’abbraccio finale tra il Latino Heat e il canadese, uno dei momenti più emozionanti della storia di WrestleMania.

Molti fan ricordano con estremo piacere questo Showcase of Immortals anche perché venne considerato il primo salto verso l’Olimpo di John Cena; tra la fine del 2003 e gli inizi del 2004, il Doctor of Thuganomics divenne face e cominciò ad essere acclamato dal grande pubblico.

Dopo essere sopravvissuto nel 5 vs 5 e aver eliminato il campione US Big Show alle Survivor Series, il leader della Chaingang disputò una buona Royal Rumble, ma venne estromesso sul finale proprio dal gigante. Il feud tra i due esplose definitivamente dopo No Way Out, con il rapper di Boston che sfidò apertamente il World’s Largest Athlete ad un incontro titolato proprio nella notte più importante dell’anno.

L’incontro tra i due, presentato come Opener della serata, fu sostanzialmente bruttino, dominato in larga parte dal gigante che sfiorò più volte la vittoria; ma nel finale, il pubblico di New York si scatenò quando il rapper bostoniano colpì Big Show con un tirapugni (dopo aver distratto l'arbitro Jim Korderas lanciando lontano la sua catena) e subito dopo lo sollevò per la sua F-U (l'attuale Double A), che chiuse l’incontro e permise al futuro 16 volte campione del mondo di conquistare la cintura degli Stati Uniti.

John Cena vinse il suo primo titolo importante e anticipò quanto fece l’anno dopo, quando sconfisse JBL allo Showcase of Immortals del 2005 e alzò il WWE Championship, a dimostrazione di come WrestleMania possa essere non solo il punto di arrivo, ma anche la rampa di lancio per diverse Superstar.