Show Stopper - WWE Elimination Chamber 2010: Intrusione decisiva



by   |  LETTURE 1003

Show Stopper - WWE Elimination Chamber 2010: Intrusione decisiva

Mancano solo tre giorni all’appuntamento con Elimination Chamber, evento che ha regalato diverse emozioni e alcune delusioni sul cammino della Road to WrestleMania. Il nome di questo nuovo evento di wrestling venne introdotto come un vero e proprio PPV nel 2010, a pochissime settimane dalla disputa dell’allora ventiseiesima edizione dello Showcase of Immortals.

Il 21 febbraio, allo Scottrade Center di Saint Louis, si svolse la primissima edizione di Elimination Chamber a mettere in scena ben due incontri all’interno della struttura d’acciaio. Quello più ricordato con piacere fu sicuramente il main event per il titolo del mondo (dato che il primo fu noiosetto e completamente oscurato dalla vittoria di Batista su John Cena), con l’Undertaker che dovette difendere la sua cintura dall’assalto di CM Punk, Chris Jericho, Rey Mysterio, R-Truth e John Morrison.

I primi due ad entrare furono il leader della Straight Edge Society e il rapper ballerino, con il futuro campione WWE che eliminò in pochissimi minuti Truth e iniziò il suo classico sermone, fino all’ingresso di Mysterio.

L’atleta mascherato riuscì a dare del filo da torcere a CM Punk e ad estrometterlo dalla sfida (i due poi inizieranno una lunghissima faida). Dopo le prime due eliminazioni rapide, la battaglia si fece sempre più aspra con gli ingressi di Y2J, Morrison e dell’Undertaker.

Il Prince of Parkour riuscì nell’impresa di far fuori Rey Mysterio e combatté in maniera magistrale contro Jericho e Taker, eseguendo diverse manovre spettacolari. Da segnalare come Chris, nel tentativo di evitare il Phenom, decise più volte di chiudersi all’interno di una cella.

Nel frattempo, il campione del mondo eliminò Morrison e se la vide proprio con il canadese, che sfiorò la vittoria dopo una Codebreaker. Dopo la Last Rider di Taker, accadde qualcosa che in molti ricordano ancora oggi con estremo piacere.

Dietro al Deadman, sbucò dal nulla Shawn Michaels che mandò al tappeto il suo avversario della precedente edizione dello Showcase of Immortals con una secca Sweet Chin Music, permettendo a Jericho di schienare Taker senza problemi e di diventare il nuovo campione del mondo.

Il canadese riuscì nella maniera più rocambolesca possibile a conquistare la cintura dei pesi massimi, ma l’attenzione delle telecamere fu rivolta completamente sullo sguardo di HBK, che osservò per diversi minuti l’Undertaker.

I due poi si sfideranno in un ultimo monumentale match a WrestleMania 26, dove trionfò nuovamente il Phenom e costrinse Michaels al ritiro dal lottato (fino a Crown Jewel 2018). Chris Jericho invece difese la sua cintura contro il rientrante Edge, ma perse il titolo poche ore dopo a causa dell’incasso del Money In The Bank da parte di Jack Swagger.