Ricordate Big Vito? "Ecco cosa provai a lottare in WWE vestito da donna"


by   |  LETTURE 5428
Ricordate Big Vito? "Ecco cosa provai a lottare in WWE vestito da donna"

I fan di vecchia data della WWE (ma anche di ECW e WCW) sicuramente si ricorderanno di Big Vito, uno dei tanti italo-americani che le principali federazioni americane presentavano in quegli anni. A differenza di altri suoi colleghi, però, questo omone di 188 cm per 110 kg italo-americano lo era per davvero, come il suo vero nome (Vito Joseph LoGrasso) conferma.

Ma più che per i titoli conquistati insieme a Johnny The Bull, probabilmente Vito è ricordato per il periodo in cui fece da sgherro a Nunzio e poi per il suo bizzarro 2006-2007, quandò lottò (e vinse anche molto) a SmackDown vestito da donna.

Giorni particolari della sua carriera e della sua vita, dato che quel vestito se lo portò anche fuori dalla WWE. E in un'intervista concessa a 'WrestlingINC', Vito ha raccontato tutti i segreti dietro a quello strano periodo: "Sono stati Stephanie McMahon e Vince a venire da me dopo una registrazione televisiva - ha confessato l'atleta, che oggi ha 55 anni -, mi dissero che avevano un'idea per me.

Volevano che io mi vestissi da donna. Quello che risposi fu che se era quello che volevano che facessi, lo avrei fatto. Poi mi chiesero se pensavo di poterlo indossare tutti i giorni, e dissi di sì" Da lì iniziò un anno strano, ma di grande successo per lui: "Quella è stata forse una delle ultime gimmick keyfabe che sia mai stata proposta in WWE - ha osservato Vito -.

Indossai quel vestito, ci andavo in giro, ci viaggiavo. Diventai il lottatore professionistico più riconoscibile al mondo e ovunque andassi la gente sapeva chi ero. Addirittura ci feci un servizio fotografico per Playgirl, partecipai a trasmissioni televisive e a talk show.

Quella gimmick precorreva i tempi, perché ha rappresentato tanto per molti" Quella gimmick gli permise oltretutto di trascorrere un lungo periodo di imbattibilità a SmackDown, fino a che qualcosa si ruppe: "Probabilmente la cosa più scoraggiante fu quando era stato detto che avrei affrontato King Booker per il titolo, ma fui sostituito con Undertaker.

Nessuno capì perché era successo, stavo andando alla grande ed ero anche imbattuto. Noi ci riempiamo di legnate e ci spacchiamo le teste a vicenda, ma non sarebbe stato dignitoso avere un uomo che indossa un abito da donna come World Heavyweight Champion?"