Raw post WrestleMania: quando ha cambiato la storia

Ecco perché vale la pena restare svegli anche stanotte, dopo aver tirato l'alba guardando l'evento di Dallas.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Raw post WrestleMania: quando ha cambiato la storia

Giusto il tempo per smaltire l'adrenalina post WrestleMania che ci si deve misurare con un altro evento da non perdere: 24 ore dopo c'è infatti WWE Monday Night Raw, nella puntata che spesso è la più importante dell'anno.

Se il Grandaddy of Them All, infatti, rappresenta il culmine della stagione del wrestling, il Raw che si disputa il giorno dopo è una sorta di Capodanno, il primo mattone su cui costruire le faide che caratterizzeranno i mesi seguenti.

E non solo: spesso il Raw post WrestleMania è anche l'occasione di celebrare un lottatore che ha appena conquistato un titolo o salutare per sempre chi ha perso l'ultimo match di una grandissima carriera (due i momenti mozzafiato che si ricordano negli ultimi dieci anni in tal senso: gli addii di Ric Flair e Shawn Michaels).

Ma non è tutto: a volte in questa speciale data si consumano importantissimi esordi o ritorni da urlo. The Rock e Brock Lesnar vi dicono nulla?

Insomma: tutti svegli anche questa notte. Perché le sorprese potrebbero non mancare, come ci ricorda la WWE con questo video riassuntivo di tante, storiche puntate di Raw post WrestleMania:

Raw Wrestlemania
SHARE