Interviste (im)possibili - Vickie Guerrero: "Cara WWE, Eddie aveva grandi progetti"



by   |  LETTURE 1439

Interviste (im)possibili - Vickie Guerrero: "Cara WWE, Eddie aveva grandi progetti"

Torna dopo tanto tempo una delle nostre rubriche più particolari, con un'intervista che ovviamente non è mai avvenuta e sicuramente non arriverà mai ai microfoni di nessun sito di pro-wrestling mondiale, ma che noi di WorldWrestling abbiamo comunque provato ad immaginarci, con una delle vedove del mondo del wrestling più amate e supportate di sempre: Vickie Guerrero.

In questa nuova puntata di "Interviste (im)possibili", abbiamo provato ad immaginare la situazione in famiglia di Eddie Guerrero, prima che il grandissimo campione lasciasse questo mondo, con la manager di Smackdown e della AEW, che ai nostri microfoni avrebbe molto da dire su quello che era il volere di Eddie per il suo futuro, che a differenza di quello che i fan del WWE Universe pensa, era invece lontano dal mondo della disciplina del Wrestling.

Vickie Guerrero: "Eddie avrebbe smesso col wrestling per stare in famiglia"

Nella nostra chiacchierata con la moglie di uno degli Hall of Famer WWE più amati di sempre, la signora "Excuse Me" apre la sua casa ai nostri giornalisti, con un caldo benvenuto che solo la moglie di un talento messicano può regalare.
Subito dopo aver iniziato la nostra intervista, arriva la prima domanda di rito:

"Signora Vickie, cosa ci sarebbe stato nel futuro di suo marito se quel terribile giorno di Novembre non fosse mai arrivato?" Vickie Guerrero: "A differenza di quello che molti pensano, mio marito aveva in mente già da un po' di tempo di lasciare il wrestling lottato, per dedicarsi di più ad alcune sue passioni personali e soprattutto per passare più tempo in famiglia, visto che stava vedendo crescere solo in fotografia le nostre figlie e la cosa gli faceva male.

Già da qualche anno, il nostro sogno era quello di aprirci una scuola di wrestling nel sud del Texas o magari in California, con Eddie che avrebbe fatto l'allenatore a tempo pieno ma avrebbe comunque avuto modo di stare lunghi periodi a casa e non in giro per il mondo" .

"Se lui avesse fatto l'allenatore, lei invece cosa avrebbe voluto fare?" . Vickie: "A me sarebbe piaciuto moltissimo aprire una pasticceria, nella quale magari un giorno avrebbero lavorato anche le nostre figlie o addirittura, perchè no, anche Eddie.

Non molti lo sanno, ma lui era molto bravo anche nel cucinare, soprattutto i dolci. Era golosissimo" .

"In poche parole il vostro futuro sarebbe stato lontano dalla WWE e dal wrestling quindi?" . Vickie: "Beh lontano dalla WWE probabilmente sì, ma lontano dal wrestling mai e poi mai.

Eddie viveva di wrestling, era nato e cresciuto in una famiglia dove il wrestling era tutto, era vita. I suoi più grandi amici sono wrestler e anche sua figlia aveva iniziato a combattere. Non avremmo mai potuto nè voluto allontanare Eddie dalla sua passione più grande.

Eddie era wrestling. La sua leggenda è nata proprio per l'amore che metteva in tutto quello che faceva su quel ring. Alla WWE sarebbe mancato sicuramente, ma ai suoi fan e alla sua famiglia proprio no" .