Rossy Ogawa saluta la STARDOM, ma va avanti: “Voglio fondare un’altra promotion”

Il fondatore della STARDOM ha chiarito la situazione intorno al suo licenziamento, negando le accuse, ma confermando il suo futuro

by Rachele Gagliardi
SHARE
Rossy Ogawa saluta la STARDOM, ma va avanti: “Voglio fondare un’altra promotion”
© STARDOM Twitter/Fair Use

Nella giornata di ieri vi abbiamo riferito una notizia che è davvero molto importante nel panorama del Joshi, ovvero del professional wrestling femminile giapponese, ovvero che Rossy Ogawa, storico fondatore della STARDOM, è stato licenziato dalla Bushiroad, proprietaria di NJPW e STARDOM.

La ragione del suo licenziamento, data nel comunicato ufficiale dell’azienda, è che l’uomo ha cercato negli ultimi tempi di sottrarre un bel numero di wrestler e membri dello staff alla STARDOM, con l’intento di allontanarle a quanto pare da un ambiente diventato per niente facile da supportare.

A dare più dettagli sulla questione è stato lo stesso Rossy Ogawa in un’intervista a Tokyo Sports, tradotta da Donne Tra Le Corde: “Sono stato costretto a giocare a carte aggressive, e ci sono state molestie all’interno della società che sono andate avanti e ho iniziato a perdere la volontà di continuare a lavorare qui. A causa di ciò, alcune delle lottatori e [alcuni membri] dello staff mi hanno detto, ‘Non mi unirò di nuovo all’organizzazione.’

Quando gli hanno chiesto se ha intenzione di fondare una nuova federazione come si dice in giro, lui ha risposto:Una nuova organizzazione? Esatto. Voglio fare di nuovo quello che non possiamo fare qui. Ci sono molte cose che non possiamo fare qui. Perché siamo una grande azienda, non possiamo fare tutto.”

Però nega l’aspetto del “furto”

Per quanto riguarda il furto del personale STARDOM, Rossy Ogawa ha negato la cosa, dicendo in poche parole che le persone hanno sentito che lui stava per andarsene e fondare una nuova federazione, e dato che sono affezionate a lui vogliono semplicemente seguirlo:

Non abbiamo fatto questo. Dopo aver sentito le voci, c’erano un sacco di wrestler che volevano venire [nella nuova organizzazione]. Credo che anche loro fossero nel panico. Tuttavia, il Presidente (Taro) Okada ha ‘accettato’ [la nuova organizzazione]. Ha detto, ‘Faremo un’offerta a (Yokohama) BUNTAI,’ e ‘Facciamo un match di rivalità tra due anni a partire da oggi per il 15º anniversario’. Ero tipo, ‘Di cosa stai parlando ora? Non voglio partecipare ad una guerra di accuse ingiuste.”

SHARE