Raven verrà introdotto nella Impact Hall of Fame



by ALDO FIADONE

Raven verrà introdotto nella Impact Hall of Fame

La scorsa notte all’interno dello speciale mensile di Impact Wrestling Victory Road è stato svelato il nome di colui che entrerà a far parte dell’edizione 2022 della Impact Hall of Fame. Stiamo parlando della leggenda Hardcore, Raven.

Storico volto della Extreme Championship Wrestling, Raven è stato uno dei più quotati protagonisti nei primi anni d’attività di Impact Wrestling, quando tra il 2004 e 2005 registro i suoi programmi prima nel famoso Asylum per poi spostarsi nei famosi Universal Studios di Orlando, Florida.

Dopo una pausa, è tornato nel 2009 all’interno di una nota faida con Mick Foley che coinvolse anche la compianta Daffney. Nel 2010, con il ritorno di tanti volti ECW, entro a far parte della EV 2.0 in in altro feud contro la Fortune culminato nell’edizione delle stesso anno di Bound For Glory.

I coinvolgimenti con Impact sono divenuto poi sempre più saltuari. Si ricorda un suo coinvolgimento nel 2018 durante i tapings TV di Las Vegas in cui accorse in aiuto dello storico rivale Tommy Dreamer, o ancora nel 2020 quando registro dei segmenti utili a creare le basi per l’evento commemorativo TNA There is no place like home poi annullato a causa dello scoppio della nota pandemia mondiale.

In alcuni tratti dei suoi lavori con Impact, è stata anche parte del booking team e, alcuni mesi fa, fece ritorno per commentare dal vivo una delle stipulazioni da lui creata che coinvolse Sami Callihan e Moose, ovvero il Clockwork Orange House of Fun match vinto poi da “Mr Impact Wrestling” grazie all’aiuto di Steve Maclin.

Un aiuto tale da generare le basi della rivalità culminata sempre la scorsa notte a Victory Road all’interno di un Burbed Wire Massacre match tra Callihan, Moose e Maclin. Raven ad Impact ha detenuto per una sola volta il titolo massimo, quando a suo tempo la federazione canadese era in possesso di una stretta collaborazione con la NWA, conseguentemente il titolo mondiale non era altri che l’attuale Ten Pounds of Gold.

Si ricordano la sua faida con Jeff Jarrett, il match con Rhino di Unbreakable 2005, l’alleanza con CM Punk portata avanti su duplici binari (MLW e ROH) e tanto altro ancora. Storie indelebili che hanno ridato lustro ad un personaggio che precedentemente aveva perso il suo valore a causa degli scellerati utilizzi vissuti tra WCW (solo un titolo United States, Light Heavyweight e Tag Team nel pieno apice della sua carriera) e WWE (27 titoli Hardcore con unico elemento memorabile, il match di WrestleMania X-Seven).

Sempre in TNA/Impact Wrestling è stato vincitore dell’edizione 2005 del King of the Mountain (prima edizione di Slammiversary della storia) utile a decretare il campione NWA. Un mio traguardo viene ora raggiunto dal due volte ECW World Champion e il sette ottobre ad Albany, NY, patria del wrestler extreme, sarà il momento di festeggiarlo.

Raven andrà quindi ad aggiungersi a Sting (2012), Kurt Angle (2013), Team 3D (2014), Jeff Jarrett (2015), Earl Hebner (2015), Gail Kim (2016), Abyss (2018), Ken Shamrock (2020) e Awesome Kong (2021).

Raven Hall Of Fame