Impact on AXS TV Recap: Time Machine in tutti i sensi.

Un vero viaggio nel tempo in ogni senso è il main event di Impact on AXS TV di questa settimana. Intanto gustatevi qui il recap di quanto accaduto lo scorso giovedì.

by Aldo Fiadone
SHARE
Impact on AXS TV Recap: Time Machine in tutti i sensi.

Ciao ragazzi, sono “The REAL Messiah” Aldo Fiadone. Forse vi ricorderete di me per... nah questa intro fa troppo Simpson. Scherzi a parte sono il creatore e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture, disponibile ogni settimana su tutte le piattaforme podcast, in radio grazie a Radio Libera Tutti e su Twitch attraverso il canale Open Wrestling TV.

La federazione canadese sta costruendo la sua strada verso il suo PPV più importante dell'anno, Bound For Glory e questa settimana su AXS TV l'episodio si è aperto con un match titolato in cui le VXT hanno difeso le cinture di coppia femminili dalla coppia (che scoppia) formata da Jordynne Grace e Mia Yim.

Il pin della Purrazzo sulla campionessa Knockouts ha poi generato una shot importante per “The Virtuosa” che settimana prossima affronterà Masha Slamovich per decretare la nuova #1 contender per BFG. A seguire l'ennesimo capitolo tra Honor No More e Bullet Club con Karl Anderson che supera Mike Bennett in un one on one prima della difesa delle cinture di coppia dei Good Brothers vs OGK in scena settimana prossima.
Gli Honor No More sono una gran stable in cui stanno fruttando non solo il gran lavoro di Maria (sempre meravigliosa), ma anche quello di un inaspettato Eddie Edwards.

Peccato però che l'intero gruppo abbia passato gli ultimi due mesi a feudare con la “Serie B” (si fa per dire) del Bullet Club. Altra faida in programmazione è quella tra Brian Myers e Gujar. Segmento decisamente "particolare" che proietta l'indiano verso il titolo Digital Media in attesa di un ufficializzazione rinnovata della contesa tra i due.

I primi passi nella rivalità Eddie Edwards/Josh Alexander vengono mossi seppur sotto i riflettori ci va il solito Heath ancora in cerca di vendetta contro gli Honor No More. Ciò che ci si chiede è, per quale motivo un intera stable non riesce a mandare KO una votla per tutte un semplice avversario di neanche chissà quale “importanza”?!

Servirà capirlo probabilmente proprio durante questa "Road to BFG" e, perché no, in vista del prossimo speciale della compagnia in onda il prossimo 23 settembre, Victory Road. Altro giro altra giostra per Callihan/Moose/Maclin che porta all'annuncio di un nuovo Barbed Wire Massacre per lo speciale mensiel già citato...

momento, momento... il 7 ottobre c'è BFG, conseguentemente la domanda sorge spontanea... non sarebbe stato meglio usufruire della storia e creare una contesa del genere proprio in vista del tuo evento più importante dell'anno? Effettivamente, che senso ha andare in scena con Victory Road a sole due settimane di anticipo da BFG? Così facendo, a mio parere, si va a perdere l'enfasi della costruzione che un grande evento come il più noto dei due dovrebbe avere.

Debutta intanto la nuova versione di Jessika Havok (fresca di rinnovo con la federazione) vittoriosa contro una jobber locale... ah no, era la solita Alisha Edwards. Sviluppi in merito alla situazione? Qualcuno turnerà e inizio a pensare ad una Taya Valkyrie pronta a mischiare le carte tra lei, Rosemary e la stessa Jessika.

Dopo l'annuncio sulla loro prossima partecipazione ad ALL OUT, il main event odierno vede i Time Machine (MCMG e Kushida) affrontare i Violent By Design in un interessante 3 vs 3 che vale davvero la pena guardare.
Non so voi, ma per me è incredibile pensare al fatto che dopo venti anni sono ancora personaggi come Chris Sabin e Alex Shelley ad essere così fondamentali per la federazione.

Questa è la review, questo è il punto di vista, questa è Impact Wrestling on AXS TV. Alla prossima!
“Quoth the Raven. Nevermore”.

SHARE