Cain Velasquez accusato di tentato omicidio verso l'uomo che ha molestato suo figlio



by ANDREA SCOZZAFAVA

Cain Velasquez accusato di tentato omicidio verso l'uomo che ha molestato suo figlio

L'ex star della UFC e WWE, Cain Velasquez dovrà aspettare fino al 19 agosto per l'udienza d'appello ufficiale sul suo caso di tentato omicidio in California. L'udienza doveva svolgersi il 5 agosto ma non sarà prima di settembre anche se ci saranno altre udienze prima di quella ufficiale, secondo quanto riferito da MMA Fighting.

Velasquez dovrà vedersela con 10 accuse, dopo essere stato coinvolto in una sparatoria a fine febbraio. Su di lui pesa un'accusa di tentato omicidio su Harry Goularte che con sua madre Patricia Goularte e il suo patrigno sono stati a loro volta accusati di condotta molesta su suo figlio nel loro asilo nido. Velasquez avrebbe sparato contro il veicolo di Goularte, sua madre e il patrigno. Inoltre, è emerso anche che sia stato colpito il patrigno di Goularte. La polizia ha successivamente trovato poi una pistola nel camion dell'atleta con caricatori da 10 proiettili in cui ne mancavano solo 8 in totale. Le accuse contro di lui includono tentato omicidio di primo grado, molteplici conteggi di aggressione con un'arma mortale e aver sparato ad un veicolo a motore pieno di persone.

Goularte avrebbe violentato il figlio di Velasquez 

Cain Velasquez è stato arrestato a San Jose, in California, lo scorso febbraio. A bordo di un camion aveva prima speronato la vettura su cui viaggiava Harry Goularte e aveva poi aperto il fuoco contro di lui. Per aver sparato all’uomo, il campione di arti marziali è stato accusato di tentato omicidio e il giudice gli ha negato la libertà su cauzione. Al momento resta così ancora in prigione. Goularte è accusato invece, di aver rimosso i vestiti di suo figlio e di aver toccato gli organi genitali del bambino. Goularte è accusato di averlo fatto numerose volte sia nel 2021 che anche nel 2022.

La causa di Velasquez ha rilevato che il bambino ha subito gravi lesioni personali ma limitati solo a grave disagio emotivo, umiliazione e imbarazzo. Il loro asilo nido era stato accusato anche di mancata supervisione dei bambini che frequentavano la struttura. La prima udienza sarà il 6 settembre. Goularte dovrà tornare in tribunale il 20 settembre per un'udienza preliminare. L'uomo rischia fino a otto anni di carcere più una multa di 10.000 dollari se ritenuto colpevole.