Cody Hall: "La WWE non mi ha mai contattato per un provino"

Cody Hall ha parlato di suo padre Scott Hall e del duro lavorare per diventare pro wrestler

by Andrea Scozzafava
SHARE
Cody Hall: "La WWE non mi ha mai contattato per un provino"

Apparso a INSIGHT con Chris Van Vliet, il figlio di Scott Hall, Cody Hall ha parlato di diversi temi, tra questi l'eredità di suo padre e un provino in WWE.

Cody Hall: "Sto cercando di farmi un nome"

Sull'essere all'altezza dell'eredità di suo padre: “Sono così orgoglioso di chi era mio ​​padre, un grande uomo che ha vissuto una vita fantastica che ha fatto grandi cose nella sua vita. Ha vissuto una vita piena, quindi sono molto felice per lui e orgoglioso di lui. In ogni spettacolo a cui vado, la gente parla bene di mio padre È difficile brillare a causa di mio padre o uscire da quell'ombra. Ho sempre avuto un complesso di inferiorità rispetto a lui. E' sicuramente una lotta per me, cercare di farmi un nome senza mio padre".

Sul crearsi la propria eredità: “Sto ancora cercando di farmi un nome da solo. Nei miei primi due match ho indossato la vecchia attrezzatura di mio padre. Indossavo il sangue gocciolante e andavo là fuori e colpivo The Razor's Edge. Ed è stato divertente, mi piaceva fare le mosse di mio padre e mi piaceva fare un vecchio match di Razor Ramon. Ma è diventato decisamente difficile, ogni volta che la gente mi guardava pensava a mio padre. Così accentuare questo non farà che peggiorare le cose. Non ho intenzione di uscire allo scoperto e fare il suo cha cha o il suo fuoco e giocarci. Perché essere un'imitazione è sempre come una fatica persa fin dall'inizio. Chi sto cercando di essere è ancora in discussione".

Cody Hall: "Speramo di ricevere una chiamata da qualcun altro"

Su un contatto dalla WWE per un provino: “No, non ho mai avuto un provino o un contatto con loro. Voglio dire, nessuno mi ha mai parlato, quindi non sono sicuro pensare a diventare una loro Superstar. Il consiglio di mio padre era di andare sempre in Giappone e imparare a lavorare. Ho sempre pensato che sarei andato in Giappone, sarei stato davvero bravo e poi un giorno qualcuno mi avrebbe chiamato e mi avrebbe voluto da loro. Ma quel giorno non è mai arrivato. Ricordo di essere stato lì per anni e una volta all'anno William Regal e Canyon Ceman venivano a vedere uno spettacolo. Ricordo di aver guardato tra la folla e di aver visto due facce bianche ed ero rimasto incredulo".

Sul miglior consiglio che Cody Hall ha ricevuto da suo padre: “È dura, perché mio padre è stato davvero bravo a darmi tanti consigli. Aveva così tanti consigli dentro e fuori dal ring. Forse 'Non essere un segno per te stesso sul ring.' Non si tratta solo di te, delle tue mosse e di quello che fai sul ring ogni notte. Devi prenderti cura dell'altra persona che va fuori con te. Qualunque cosa voglia fare, devi solo tenere la testa dritta e darli battaglia".

SHARE