Eric Bischoff: "Sono stato contattato da quelli della Lucha Underground"



by   |  LETTURE 628

Eric Bischoff: "Sono stato contattato da quelli della Lucha Underground"

Durante l'ultimo podcast "83 Weeks", l'Hall Of Famer della WWE Eric Bischoff ha dichiarato di aver avuto alcuni contatti con i dirigenti della Lucha Underground.

Eric Bischoff: "Non ero l'uomo per loro"

Durante il podcast, Eric Bischoff ha rivelato di aver avuto alcuni colloqui con la Lucha Underground prima che lanciassero la loro federazione: "Ho parlato con la gente di Lucha Underground della possibilità di arrivare presto prima del lancio del nuovo spettacolo. Li ho incontrati due volte. Ho incontrato anche le persone della Lucha Libre AAA Worldwide e tutti i dirigenti che ne facevano parte. C'è stato un momento in cui stavo davvero pensando di accettare il ruolo di produttore esecutivo di quella compagnia insieme a Mark Burnett, ma non mi è sembrato giusto. Non credo di essere stato in grado di convincerli e non ero la persona giusta per loro. Semplicemente non lo ero e non volevo prenderli in giro. Non avevo abbastanza sensibilità per quella cultura e nemmeno esperienza per la lucha libre.  Non potevo fare il tipo di lavoro di cui il formato aveva bisogno. Ma comunque si abbiamo avuto alcune contatti iniziali. Avevo già lavorato con Mark Burnett e ho un buon rapporto con lui".

Lucha Underground è stato presentato in anteprima il 29 ottobre 2014 su El Rey Network. L'ultimo show è andato in onda il 7 novembre 2018. La sequenza temporale di Bischoff suggerisce che i suoi colloqui con la promozione sono avvenuti nel 2014, subito dopo la fine della sua avventura con la TNA.

Durante il podcast MackMania, sulla AEW e Tony Khan ha rivelato: “Ripeto da tanto sempre le stesse cose. Tony probabilmente mi ritiene una spina nel fianco a questo punto. Non penso mi inviterà più ad un evento della AEW ma va bene così. Mi intristisce un po' ma lo capisco e non la prendo sul personale. Io della AEW ammiro il lavoro che stanno facendo ma sono preoccupato riguardo il loro stile di booking per internet. Se non riescono a cambiare, non andranno da nessuna parte".