Britt Baker: "Senza Kenny Omega e Tony Khan non ci sarebbe DMD"



by   |  LETTURE 1022

Britt Baker: "Senza Kenny Omega e Tony Khan non ci sarebbe DMD"

La campionessa femminile della AEW, Britt Baker, ha parlato della AEW, del suo miglior amico Tony Schiavone e della divisione femminile.

Britt Baker: "Sono molto grata a Tony Schiavone"

Sul suo miglior amico Tony Schiavone: “Tony Schiavone è fantastico.

Non potrò mai ringraziarlo per quanto mi ha aiutato in tutti gli aspetti della mia vita. È uno dei miei migliori amici. Ogni volta che succede qualcosa, buono, cattivo, lui è uno dei primi a cui chiamo. Anche quando sono eccitata o per sfogarmi su qualcosa.

Lui mi ha aiutato tanto, soprattutto con i promo. Quando ho voltato le spalle per la prima volta, non so dove sarei stato senza di lui perché ero così nervosa all'idea di fare questi promo come una cattiva, una cosa che non avevo mai fatto prima.

Pensavo in quel periodo 'Ehi, se qualcosa va storto, ho Tony Schiavone qui. Quindi andrà tutto bene, mi aiuterà lui' Quindi, anche solo la sua presenza lì mi aiutava tanto. Da lì è nata anche una grande amicizia con lui, gli sono molto grata”.

Britt Baker: "Kenny Omega e Tony Khan mi hanno aiutato tanto"

Britt Baker ha parlato anche di quanto apprezzi il tempo che passa con Tony Khan e Kenny Omega: “Sono molto grata a questi due. La prima maglietta di wrestling che ho comprato da fan è stata quella di Kenny.

E' bello ora chiamarlo sia mentore che amico. Tony invece non ha mai dubitato di me, anche quando sembrava che la maggior parte del mondo lo facesse. Senza questi due non ci sarebbe stata DMD”. Sulla divisione femminile e su un possibile Main Event di donne ad un ppv AEW: "Siamo molto lanciati in questo momento.

La divisione femminile, il wrestling, le faide e tutto incredibile. Ora abbiamo un'altra cintura. Abbiamo anche il nuovo titolo TBS che Jade Cargill ha appena vinto. Sta crescendo sempre più rapidamente anche lei come tutte le altre.

All'inizio la divisione femminile era molto criticata in modo abbastanza aggressivo, ma la velocità con cui abbiamo ribaltato la situazione. Abbiamo tutte ribaltato quelle critiche, andando avanti e lavorando giorno dopo giorno.

Voglio continuare a costruire la nostra divisione femminile. Sarebbe molto figo se un match femminile fosse il main event di un pay-per-view qualche volta. Dobbiamo solo continuare a crescere in quel senso e arriverà anche quello"