Fan nel pubblico di Dynamite cacciato dall'arena per un cartello contro Nyla Rose



by   |  LETTURE 1335

Fan nel pubblico di Dynamite cacciato dall'arena per un cartello contro Nyla Rose

Purtroppo il mondo del pro-wrestling, proprio come il mondo reale, è pieno di persone che odiano e insultano gratuitamente, senza ragionare sul dolore che possono portare a terze persone con i propri commenti o le proprie azioni.

Gli show di pro-wrestling, proprio come i fatti di vita reale, molto spesso sono lo specchio della società in cui viviamo, ancora piena nel 2021 di omofobi, razzisti, misogini o persone che odiano il prossimo solo per il gusto di farlo.

Anche questa notte, durante l'ultima puntata di Dynamite della AEW, un "simpatico" (chiamiamolo così) fan della All Elite Wresting si è presentato nel pubblico dello show di punta della compagnia dei Khan, con un cartello pieno d'odio per una Superstar della compagnia.

La Superstar in questione è Nyla Rose, ex campionessa mondiale del settore femminile della AEW, nota transgender della compagnia, la quale ha parlato in diverse occasioni della sua transizione dall'essere nato uomo, all'essere diventata donna negli ultimi anni.
La cosa, ovviamente, ha destato parecchio scalpore e clamore sia a livello mediatico che tra i fan delle varie compagnie di pro-wrestling, con alcuni componenti del pubblico, che purtroppo hanno preso la palla al balzo per prendere in giro l'atleta, non per le sue capacità in-ring, ma per una caratteristica personale che non andrebbe mai toccata.

La AEW difende Nyla Rose e caccia dal pubblico il fan maleducato

Durante l'entrata di Nyla Rose sul ring, il ragazzo in questione ha tirato fuori un cartello riportante una scritta con una chiara presa in giro per l'atleta, in riferimento al suo passato da uomo, con la stessa atleta che non ci ha girato intorno ed ha alzato il dito medio verso il fan.

A quanto pare, una volta accortisi del cartellone, gli altri fan in attesa nel pubblico di Dynamite, avrebbero chiesto alla security di scortare fuori dall'arena il ragazzo, cosa che la dirigenza della AEW ha permesso con molto piacere, visto che la compagnia non gradisce nè permette tali insulti verso i propri atleti e collaboratori.
Alla fine, il buontempone del momento è stato letteralmente invitato ad uscire, per non tornare più a nessun live show della AEW, come è giusto che sia.