Pericoloso botch manda su tutte le furie un atleta AEW nell'ultimo Dynamite



by   |  LETTURE 2234

Pericoloso botch manda su tutte le furie un atleta AEW nell'ultimo Dynamite

Durante la nottata, la All Elite Wrestling ha mandato in onda la sua ultima puntata di Dynamite, con Lance Archer ed Eddie Kingston che si sono resi protagonisti di una contesa, che faceva parte del primo round dell'AEW World Title Eliminator Tournament.

Durante la contesa, però, Lance Archer ha subito un bruttissimo colpo alla testa, che ha immediatamente allarmato sia il suo avversario, che l'arbitro della contesa, che il personale sanitario che si occupa di tenere sotto controllo i wrestler durante i match.

Mentre Archer eseguiva un Moonsault infatti, la sua caduta è stata effettuata in maniera sbagliata ed il lottatore è atterrato di testa, portando tutti gli altri addetti del match a spingere per una chiusura immediata della contesa e non per la chiusura prevista originariamente.

Alla fine, Archer è stato sottoposto a tutte le visite del caso, che fortunatamente hanno escluso una commozione cerebrale, che in questi casi è molto facile da ricevere, dopo un colpo del genere, ma il fatto di aver chiuso in anticipo ed in fretta e furia il match, avrebbe mandato su tutte le furie il wrestler, anche nel backstage dello show.

Lance Archer esterna tutta la sua frustrazione per la fine del match

Secondo quanto riportato dal noto giornalista Dave Meltzer, tramite l'aggiornamento arrivato puntuale del Wrestling Observer, sembrerebbe che Lance Archer fosse molto furioso della fine del suo match, visto che era convinto di poter continuare a lottare, ma lo staff medico non ha voluto sentire ragioni.

Nella sua ultima Newsletter, Meltzer ha infatti affermato:

"Mi è stato detto che ha passato tutti i test nel backstage e quindi, sapete, volevano essere sicuri non avesse una commozione. Lo hanno controllato sul momento, per evitare avesse una commozione cerebrale e quindi hanno voluto stoppare immediatamente il match, senza mettere su un finale.
Lui voleva continuare a lottare, ma Doc Samson e tutti quanti gli addetti ai controlli era molto preoccupati e hanno spinto per 'arrivare dritti alla fine'

Lui ha continuato a dire di voler continuare, quindi probabilmente era molto agitato ed amareggiato nel backstage per quello" .