Jim Cornette: "CM Punk ha letteralmente salvato l'ultima puntata di AEW Dynamite"



by   |  LETTURE 3410

Jim Cornette: "CM Punk ha letteralmente salvato l'ultima puntata di AEW Dynamite"

Il 20 agosto scorso, a sette anni dal suo addio alla WWE, CM Punk è tornato nel mondo del wrestling facendo la sua prima apparizione in AEW durante la seconda puntata di ‘Rampage’, tenutasi nella ‘sua’ Chicago.

Nel corso del suo promo, l’ex campione del mondo WWE ha sfidato Darby Allin per ‘All Out’, match in cui è uscito poi vittorioso. L’ultimo episodio di ‘AEW Dynamite’ si è aperto con un 8-man tag team match fra Bryan Danielson, Christian Cage, Jurassic Express e The Elite.

L’incontro non ha elettrizzato il pubblico, che è rimasto abbastanza deluso dallo spettacolo offerto dagli atleti sul ring. Analizzando l’accaduto nella scorsa edizione del suo podcast, la leggenda del pro-wrestling Jim Cornette ha spiegato come il promo di CM Punk si sia rivelato fondamentale per salvare lo show.

Jim Cornette elogia CM Punk

“Dopo i primi 20 minuti dello spettacolo, già mi stavo chiedendo come si potesse riuscire a salvarlo. Per fortuna è arrivato CM Punk, che ha portato allegria, musica, energia e ha coinvolto la folla” – ha illustrato Cornette.

“Ho ancora tantissima fiducia nel personaggio di CM Punk. Ha parlato con la gente di Philadelphia in modo genuino, non ha semplicemente letto un copione come fanno quasi tutti gli atleti. Quando Punk apre bocca, i tifosi percepiscono che le sue sono parole reali.

Se dici loro la verità, ti apprezzeranno molto di più. CM Punk è davvero eccezionale sotto questo aspetto” – ha aggiunto. A dispetto di qualche difficoltà, Cornette ritiene che AEW prenderà definitivamente il sopravvento sulla WWE.

“È evidente come Tony Khan lasci molta più libertà ai sui talenti dal punto di vista creativo. Le superstar sono felici di lavorare nella sua compagnia e trasmettono questa sensazione. Al contrario, i wrestler WWE sembrano incatenati e hanno pochissimo spazio di manovra.

Per me Dynamite arriverà ad umiliare Raw nel giro di poco tempo, ne sono quasi certo. Non vedo segnali di cambiamento in WWE, anzi la situazione non fa che peggiorare. Non hanno la minima idea di come invertire la rotta”.