MLW: La divisione femminile è stata di nuovo fondata



by   |  LETTURE 1108

MLW: La divisione femminile è stata di nuovo fondata

Vi avevamo già riportato che la MLW era al lavoro per la ricostruzione della propria divisione femminile dopo l’approdo nella compagnia di Dave Prazak. Bene, ora abbiamo finalmente qualche nome che andrà a comporla a partire dal 2 ottobre a MLW Fightland: The Sea Stars (Ashley Vox & Delmi Exo), Brittany Blake, Holidead, Zoey Skye, Willow Nightingale, Nicole Savoy.

Queste erano state le parole del promoter dopo l’annuncio della sua collaborazione con la Major League Wrestling: "È quella varietà di stili, e il giusto mix di elementi diversi che mi rende più entusiasta di entrare nella squadra della Major League Wrestling. Ho amato il modo in cui la MLW ha fornito al suo pubblico un roster di talenti incredibili provenienti da tutto il mondo, e non vedo l'ora di offrire il mio contributo alla società in futuro.

Essendomi focalizzato molto sulla promozione del wrestling femminile nel corso degli anni, apprezzo la possibilità di aiutare alcune atlete SHIMMER molto meritevoli a ricevere opportunità di crescere entrando nei ranghi MLW.

L’aggiunta di più donne agli eventi MLW in futuro si aggiungerà solo alla meravigliosa varietà già presente come parte del prodotto MLW."

Un piccolo passo indietro

Prazak è conosciuto nel mondo del wrestling per tante cose, come l’aver fatto da manager a CM Punk, ma sicuramente ancora di più per aver fondato la promotion tutta al femminile SHIMMER, nel 2005. La SHIMMER ha offerto tantissime opportunità alle donne nel wrestling in passato, come sta continuando a fare anche ora, creando o formando molti dei talenti che oggi noi possiamo ammirare in tv settimanalmente.

Tra le tante troviamo: Asuka, Becky Lynch, Ruby Soho, Kimber Lee e così via. E ha avuto anche tra le commentatrici Duffney, che è venuta a mancare purtroppo di recente.

Sicuramente, con il wrestling femminile che è in forte crescita, siamo sicuri che Prazak possa fare un buon lavoro con queste donne e dare loro una buona opportunità per mettersi in mostra sul ring.