AEW: Ruby Soho parla dell’importanza della divisione femminile



by   |  LETTURE 1840

AEW: Ruby Soho parla dell’importanza della divisione femminile

La Women’s Revolution è un elemento molto importante all’interno della storia del wrestling, anche se è molto discussa, perché in base a tantissime cose le persone vi diranno che è nata in periodi e compagnie diversi.

Ad esempio c’è chi sostiene che sia nata in TNA, chi in WWE ma prima di quella che noi tutti conosciamo tra il 2015 e il 2016 e chi invece vi dirà che è partita dalle Four Horsewomen (Becky Lynch, Charlotte Flair, Bayley e Sasha Banks).

La cosa certa è che le donne non si sono mai fermate nella loro lotta per i diritti, in nessun campo della vita e che anche nel wrestling si continua ad andare avanti, cercando di creare sempre più opportunità per le donne.

Il ruolo della AEW nella Women’s Revolution

Intervistata da alcuni giornalisti durante la conferenza stampa post AEW All Out, la new entry del roster femminile della compagnia di Tony Khan, ha parlato proprio del ruolo della divisione femminile della AEW nella Women’s Revolution.

“Penso che la AEW sia una parte cruciale di essa [Women’s Revolution ndr]. Penso che il livello di importanza che viene messo sulla divisione delle donne qui, è così evidente. Vedi donne diverse ogni settimana. Non sono le stesse persone. Vedete donne diverse, provenienti da ambienti diversi, che prosperano, hanno successo e si intrecciano, e potete fare questo percorso con queste donne. E queste donne hanno una voce, e penso che questo posto sia una parte cruciale nell'evoluzione del wrestling femminile. E penso di essere molto, molto fortunata ad esserne parte."

La AEW è spesso al centro delle critiche di molti fans perché dalla sua fondazione ancora ci sono degli evidenti problemi nella gestione della divisione femminile, che si concentra tantissimo su show secondari piuttosto che dare spazio alle donne a Dynamite. La situazione però sembrerebbe in via di sviluppo anche con l’approdo di Rampage e di superstar prorio come Ruby Soho, quindi tempo al tempo.

Sicuramente le donne stanno costruendo la storia del wrestling pezzo dopo pezzo in tutte le compagnie e non c’è motivo per loro di fermarsi davanti a qualche ostacolo.