Bryan Danielson sulla decisione di lasciare la WWE e il rapporto con Vince McMahon



by   |  LETTURE 2945

Bryan Danielson sulla decisione di lasciare la WWE e il rapporto con Vince McMahon

In un evento che ha già fatto la storia, All Out si è rivelato uno dei migliori show dell'anno ed ha contribuito a puntare l'attenzione sul prodotto offerto dalla All Elite Wrestling. Il culmine dello spettacolo è stato raggiunto dopo il main event, quando Adam Cole e Bryan Danielson, l'ex Daniel Bryan in WWE, hanno compiuto il loro debutto in AEW.

Durante una sessione di domande che si è tenuta dopo All Out, Bryan Danielson ha avuto modo di spiegare come è arrivato alla decisione di abbandonare la WWE dopo più di 10 anni e due main event di WrestleMania: "Sinceramente è stata una lotta interna per me.

Amavo lavorare dopo lavoravo prima. Amavo le persone con cui lavoravo. Non c'è stato mai quel momento in cui la decisione mi è parsa scontata. Non so quanti di voi siano sposati o abbiano dei figli. Quando siete sposati ed avete figli la vita diventa un pochino monotona.

Non desidererei altro, ma la mia vita è un po' più monotona ora. Sentivo che almeno una parte della mia vita dovesse essere più spericolata. Guardavo cosa stavano facendo questi ragazzi e mi chiedevo se ne fossi ancora in grado.

La risposta è sì. Mi sono detto: "Non mi importa: andrò lì e dimostrerò a tutti cosa vuol dire Elite"".

Bryan Danielson: "Vi spiego il mio rapporto con Vince McMahon"

Bryan Danielson ha parlato di come lo show tributo per Brodie Lee sia stato il momento in cui per la prima volta l'ipotesi AEW gli è parsa credibile e di quale sia il rapporto con il Chairman della WWE, Vince McMahon: "Sapendo che il mio contratto era in scadenza, quello è stato il momento in cui ho veramente iniziato a pensarci [lo show tributo per Brodie Lee].

Ma la decisione finale non è stata così semplice ed ho dovuto fare molte considerazioni. La WWE è stata molto premurosa nei miei confronti e sono grato per l'offerta che mi hanno fatto. Mi avevano anche lasciato la libertà di iniziare altri progetti al di fuori della compagnia.

Ma... detesto dirlo perché io e Vince abbiamo un ottimo rapporto. Gli voglio bene, veramente. Ma a volte è iperprotettivo nei miei confronti ed io voglio sentirmi in grado di potermi spingere oltre i miei limiti".