CM Punk commenta il suo debutto in AEW nel dopo Rampage



by   |  LETTURE 1703

CM Punk commenta il suo debutto in AEW nel dopo Rampage

Il ritorno più clamoroso degli ultimi 10 anni c'è stato: CM Punk è tornato ad esibirsi su di un ring di pro-wrestling, ma non lo ha fatto sul quadrato della WWE. Lo ha fatto su quello della famiglia Khan: la All Elite Wrestling, nell'ultimo episodio di Rampage di questa notte.

Tony Khan aveva promesso una grandissima sorpresa che avrebbe aperto un nuovo capitolo per la AEW e così è stato. Dopo 7 anni dalla sua ultima apparizione sui teleschermi della WWE, sul ring dei McMahon, Punk ha fatto il suo ritorno nel mondo che lo ha reso famoso ormai decine di anni fa, acclamato come un eroe, proprio nella sua Chicago, città natale che lo ha sempre amato incondizionatamente.

Dopo 7 anni di cori incessanti sia sui ring della WWE che sui ring di mezzo mondo, con i vari "CM Punk! CM Punk! " che si sprecavano sera dopo sera, uno degli ex WWE Champion più amati degli ultimi 15 anni è tornato finalmente a casa, molto emozionato e visibilmente commosso da questo caloroso bentornato.

CM Punk commenta a caldo il suo debutto in AEW

Nella sua primissima intervista nel post-debutto, ai microfoni della conferenza stampa post-Rampage, in compagnia del patron della compagnia, Tony Khan, Punk ha così voluto commentare il suo debutto in All Elite, facendo anche il paragone con il ritorno che avrebbe potuto fare in WWE, dicendo:

"Questo sembra essere stato molto più organico.

Tutto quello che ho fatto prima di questo mi è sembrato essere come una battaglia, sembrava come strizzare via la vita da un qualcosa. Questo è stato invece un momento di gioia, è stato solo - non ho avuto bisogno di andare in over-produzione, non ho avuto bisogno di nessun tipo di input, ho avuto solo bisogno dell'input di pochissime persone e bastava capire che era pro-wrestling, sapete? Non c'è stato bisogno di lisciare troppo o di leccare, lucidare troppo, doveva essere reale.

Quindi, per confrontare i due momenti, questo non sembrava assolutamente un lavoro" .