AEW Dark: Max Caster utilizza parole offensive per un freestyle rap -VIDEO

Purtroppo questa settimana due promo in WWE e AEW danno vita a molte polemiche

by Rachele Gagliardi
SHARE
AEW Dark: Max Caster utilizza parole offensive per un freestyle rap -VIDEO

Nelle ultime ore ci sono state due grandi discussioni per quanto riguarda la WWE e la AEW, con i fans di wrestling che giustamente si sono molto arrabbiati per l’utilizzo di determinate parole.

Per quanto riguarda la WWE, il promo di Charlotte Flair che si paragona all’atleta olimpica Simone Biles, che si è ritirata per una gara a causa delle pressioni che stava subendo, con anche un lutto sulle spalle, è stato percepito malissimo dal pubblico.

Ovviamente non è stata incolpata in alcun modo Charlotte che ha solamente fatto quello che le è stato chiesto di fare, ma la colpa è ricaduta sugli scrittori, che potevano benissimo evitare una cosa simile.

Ma anche la AEW, con Max Caster, ha avuto i suoi problemi, probabilmente anche più gravi, che non sono sfuggiti ai fans che hanno deciso di puntualizzarlo dopo le critiche a Charlotte.

Max Caster fa un gigante buco nell’acqua

Martedì c’è stato AEW Dark con Max Caster che ha fatto coppia con Anthony Bowens, Matt Hardy e The Blade vincendo contro i Varsity Blonds e The Sydal Brothers. Prima del match però Caster si è lasciato andare in un’esibizione musicale.

Il wrestler ha improvvisato alcuni versi rap che al loro interno avevano delle frasi molto discutibili che includevano riferimenti a: salute mentale di Simone Biles, le accuse di stupro a Duke Lacrosse, test falsi di PCR (test molecolari) e alcune rime su Julia Hart e una delle sue parti intime. 

Durante la premiere di AEW Dark, che va in onda su Youtube, le rime si sono sentite per intero, mentre on demand sono state accuratamente omesse dalla compagnia. Purtroppo per loro però alcuni fans hanno salvato i video diffondendoli su Twitter.

Ovviamente queste cose non dovrebbero per niente accadere e le compagnie dovrebbero regolarsi decisamente di più per evitare di predicare bene, con le varie campagne anti bullismo e a favore delle donne, ad esempio, per poi razzolare male con questi promo e queste parole.

SHARE