Tony Khan apre le porte alla WWE: "Venite a Jacksonville, vi aspettiamo"



by   |  LETTURE 1449

Tony Khan apre le porte alla WWE: "Venite a Jacksonville, vi aspettiamo"

Nelle ultime settimane non si fa altro che parlare del trinagolo che coinvolge AEW, Impact Wrestling e New Japan Pro Wrestling. La cosiddetta porta vietata è stata finalmente divelta e queste partnership stanno regalando grandi momenti ai fan, tra cui la partecipazione di Kenny Omega a un PPV dell'ex TNA e il debutto shock di Kenta a Dynamite.

Tra le fila dei prossimi atleti in arrivo dovrebbe esserci anche Okada, ex campione della NJPW e da molti considerato come uno dei migliori wrestler al mondo. Impossibile pensare a una partnership con la WWE, anche se Cody Rhodes si è detto molto favorevole al riguardo.

Sulla questione è intervenuto anche il boss della AEW Tony Khan che, intervistato di recente, ha così dichiarato: "Le nostre porte sono assolutamente aperte, sono i benvenuti. Devono soltanto venire da noi e bussare.

Gliele apriremmo senza alcun tipo di problema".

Tony Khan apre a un crossover con la WWE

Una partnership tra AEW e WWE sarebbe senza dubbio storica e darebbe vita a una situazione senza precedenti, considerando che la Compagnia di Stamford non ha mai collaborato con federazioni rivali in passato.

Triple H ha cercato di aggiustare il tiro negli ulimi anni, aprendo le porte di NXT a federazioni come EVOLVE, PROGRESS e ICW, ma si è trattato sempre di uno scambio di talenti a suo vantaggio. Difficile, dunque, che Vince McMahon possa decidere di collaborare con Tony Khan a meno di un ritorno economico, ma tutto può accadere.

D'altrone l'industria del wrestling funziona in maniera più agevole quando non ci sono barriere, come affermato di recente dall'NXT Champion Finn Bálor. Il patron della WWE è stato più volte interrogato sull'esistenza della AEW e di come avrebbe potuto cambiare i piani della sua Compagnia, ma ha sempre risposto di non voler abbandonare il rating TV PG e diventare un prodotto "Blood and Guts", ovvero ricco di sangue e violenza.

Sono ormai lontanissimi i tempi dell'Attitude Era e della Ruthless Aggression. Per via di numerosi sponsor e del politicamente corretto che ha ormai invaso qualsiasi parte dell'intrattenimento, la WWE continuerà a mantenere il rating introdotto nell'estate del 2008 ancora per molto tempo.