I nuovi regolamenti di Joe Biden mettono nei guai le federazioni di wrestling?



by   |  LETTURE 2333

I nuovi regolamenti di Joe Biden mettono nei guai le federazioni di wrestling?

Nelle ultime settimane, negli Stati Uniti d'America non si è fatto altro che parlare di Donald Trump e di Joe Biden, gli ultimi due presidenti degli USA, che hanno visto un cambio generazionale veramente netto, che porterà l'America ad essere stravolta dalla visione politica del miliardario, verso una posizione più democratica e diplomatica, cosa che Trump non è mai stato in tutta la sua carriera politica.

Dopo i fatti di Capitol Hill, infatti, la posizione di Trump è diventata sempre più difficile, con l'ex inquilino della Casa Bianca che ha fatto di tutto, fino alla fine, per non lasciare la presidenza e per non far entrare il suo successore al comando di uno dei paesi più importanti del mondo.
Dopo il giuramente avvenuto due giorni fa, Biden ha invece immediatamente cominciato a lavorare per l'America, iniziando a firmare sin da subito dei regolamenti che vadano a cercare di arginare i problemi legati alla diffusione del Covid, firmando immediatamente una legge che obblighi tutti i cittadini americani ad indossare la mascherina in pubblico, cosa che prima non era obbligatoria.

I nuovi regolamenti impediranno ai wrestler di prendere parte a show internazionali?

Tra i tanti regolamenti stipulati da Biden nelle scorse ore, c'è n'è uno sui viaggi internazionali che potrebbe risultare essere deleterio per le compagnie più grandi di pro-wrestling, ovvero quello che obbliga gli atleti a fare una quarantena preventiva di due settimane, appena sbarcati sul suolo americano così da evitare possibili contagi non sapendo di essere malati.

Nella sezione 5 del nuovo regolamento presidenziale, leggiamo infatti che:

" Sez 5: Viaggi internazionali

a) Politica. E' politica della mia Amministrazione far si che, in maniera fattibile, i viaggiatori che cercano di entrare negli Stati Uniti da un paese straniero dovranno:

(i) è richiesta la produzione di una prova di un recente tampone negativo di COVID-19 preventiva all'entrata e

(ii) richiesta in concomitanza con altre linee guida del CDC in merito ai viaggi internazionali, inclusi i raccomandati periodi di auto-quarantena e di auto-isolamento di almeno due settimane dopo essere entrati negli Stati Uniti
" .

A quanto pare, questa nuova regolamentazione potrebbe essere un grande problema per atleti che viaggiano per il mondo, lavorando su ring di compagnie diverse, come ad esempio Pac della AEW, che viaggia tra il Giappone, l'Inghilterra e gli USA e dovrebbe stare fermo almeno 14 giorni ogni qualvolta sbarca in America.

Diventa così sempre più difficile la vita dei wrestler durante la pandemia mondiale, con il nuovo presidente che pretende un rigido regolamento per prevenire un numero troppo elevato di contagi.