Jim Ross: "Vince McMahon detesta il Natale"



by   |  LETTURE 735

Jim Ross: "Vince McMahon detesta il Natale"

Dopo aver lasciato la WWE per intraprendere una nuova carriera nella neonata All Elite Wrestling, Jim Ross ha sfruttato ogni singola occasione per lanciare delle frecciatine verso la sua ex compagnia. Nell’ultima edizione del suo ormai celebre podcast ‘Grilling JR’, il WWE Hall of Famer ha discusso alcuni aspetti relativi alla personalità di Vince McMahon.

Jim ha riportato alla memoria uno degli eventi più tragici nella storia della federazione di Stamford, vale a dire la morte di Owen Hart, che ha generato una lunga e sofferta controversia legale tra la stessa WWE e la famiglia del wrestler canadese.

Il prezioso lavoro svolto nel corso degli anni dal fratello di Owen, Bret, ha giocato un ruolo fondamentale nel ricucire almeno parzialmente uno strappo enorme.

JR: "Vince McMahon lavorerà anche a Natale"

“In quel periodo Vince McMahon era davvero impegnato per la realizzazione degli spettacoli, quindi trascurava il mio lavoro.

Ho apprezzato tantissimo quei giorni. Ci saremmo potuti confrontare sull’accaduto e sfogarci a vicenda, ma non glielo avrei mai chiesto. Non gli è mai piaciuto discutere di queste cose, soprattutto se c’erano tante persone intorno a lui” – ha raccontato Jim Ross, il cui rapporto con Vince McMahon è stato caratterizzato da innumerevoli alti e bassi.

Cambiando argomento, JR ha rivelato come il boss della WWE non abbia per nulla a cuore le festività natalizie. “Non gliene potrebbe fregare di meno del Natale. È tutto lavoro e affari per lui. Potrebbe essere benissimo un giorno in cui lavoreranno per uno show, io stesso l’ho fatto molte volte durante le festività.

La sua celebrazione preferita è il Ringraziamento, non ci sono dubbi. Può giustificare mentalmente il fatto di riposarsi e gustarsi una torta, visto che sua moglie è un’ottima cuoca”. Anche la WWE ha risentito parecchio delle conseguenze della pandemia, come ammesso dalla stessa Stephanie McMahon in una recente intervista.

“Mi sono resa conto di quale privilegio sia far parte di un marchio del genere. Abbiamo dato conforto a tantissime persone in difficoltà”.