WWE: la AEW riesce a battere addirittura Smackdown nei ratings della settimana scorsa



by   |  LETTURE 1588

WWE: la AEW riesce a battere addirittura Smackdown nei ratings della settimana scorsa

Nonostante NXT stia ormai perdendo la sfida a suon di ratings ogni singola settimana contro l'altro colosso del pro-wrestling nord-americano che si chiama All Elite Wrestling, a quanto pare adesso anche il main roster dovrebbe un minimo preoccuparsi di quello che stanno mostrando sui ring di Dynamite i concorrenti della AEW, con l'ultimo show settimanale della compagnia della famiglia Khan che avrebbe dato addirittura del filo da torcere a Friday Night Smackdown, nonostante i due show non vadano in diretta concorrenza nella stessa fascia oraria e soprattutto in onda nella stessa giornata.

Dopo aver visto perdere NXT quasi ogni settimana nella guerra di ratings del mercoledì sera per oltre un anno, con Dynamite che infatti ogni settimana si assesta di circa il 10-15% (almeno) oltre le visualizzazioni del terzo brand della WWE, adesso i McMahon stanno vedendo ridicolizzarsi anche gli show principali della compagnia, con Friday Night Smackdown che è stato di poco battuto negli ascolti della settimana scorsa, proprio da Dynamite.

Di quanto ha perso la sfida di ratings Smackdown verso Dynamite?

Nonostante come già detto non ci sia una vera e propria sfida oraria e giornaliera tra lo show blu della WWE e lo show di punta della AEW, la settimana scorsa lo spettacolo di punta settimanale di Chris Jericho, Cody e tutti gli altri ragazzi dei Khan ha comunque battuto Smackdown nella fascia demografica più importante per gli ascolti del pro-wrestling, ovvero quella dei 18-49.
Come riportato dal Wrestling Observer nei continui aggiornamenti giornalieri, infatti:

"A conti fatti, la AEW ha battuto anche Smackdown nella fascia 18-49.

Loro hanno fatto un 30% e Smackdown invece un 25%" . Nonostante Smackdown sia andato in onda da un altro canale la settimana scorsa e nonostante come già detto più volte tra i due show non ci sia un diretto metro di concorrenza, la cosa sembra essere comunque un campanello d'allarme per la WWE, che da azienda numero uno nel pro-wrestling mondiale, che non ha mai avuto concorrenza di nessun tipo, per lo meno negli USA, adesso deve invece fare i conti con una grandissima compagnia che sta ancora crescendo settimana dopo settimana.