Heath Slater svela i motivi per cui non è andata a buon fine con la WWE



by   |  LETTURE 993

Heath Slater svela i motivi per cui non è andata a buon fine con la WWE

Heath Miller, meglio conosciuto come Heath Slater per la sua esperienza in WWE, è stato recentemente intervistato nel podcast Sitting Ringside di David Penzer. Nel corso dell'intervista Slater ha parlato dei suoi inizi nel mondo del wrestling, della FCW e dei Nexus oltre che in generale della sua esperienza in WWE e del suo rilascio.

L'intervista ad Heath Slater e i vari argomenti discussi

Il wrestler ha iniziato parlando della sua amicizia con Arn Anderson. Ecco le sue parole: "Arn Anderson mi ha aiutato nei primi giorni e nella fase di sviluppo in WWE, è stato molto importante per la mia carriera e la nostra è stata una bella amicizia tanto che ancora oggi mi controlla.

Abbiamo sicuramente rispetto l'uno per l'altro e anche al di fuori del wrestling siamo amici. Anche mia moglie e sua moglie sono amiche e c'è davvero un gran rapporto. È un uomo per bene che mi aiutava ai miei inizi anche economicamente, mi aiutava a decidere su cosa fare dei miei soldi in modo che questi potevano crescere"

Heath Slater ha parlato del sarto che in federazione lo tenevano a freno ad un certo punto e che lui si sentiva oppresso: "Ogni volta mi sentito come se non volevano che superassi i miei limiti solo perché pensavano che potevo fare qualcosa di buono.

Succedeva che mi mettevano in una storia e poi scomparivo per un po', quando ho notato che succedeva più volte devo dire che ero abbastanza frustrato. Inizi a fare domande e loro ti dicono 'stai facendo troppe domande', è una situazione che ti disturba molto e sai che non c'è comunicazione tra le parti.

È andata male perché hai un ragazzo che vuole lavorare e vuole fare buone cose ma tu non lo mandi da nessuna parte. È un circolo vizioso che ti danneggia" Il wrestler è stato una delle superstar rilasciato lo scorso 15 Aprile, ma è rientrato per un ultimo match con la WWE che ha sfruttato la clausola di tre mesi che impone a tutti i suoi dipendenti. L'ex membro dei Nexus fu anche elogiato dopo quella serata dal noto Hall of Famer Boiler T.