Emergenza AEW: roster falcidiato dalle positività al virus



by   |  LETTURE 2444

Emergenza AEW: roster falcidiato dalle positività al virus

L'intero mondo è ancora alle prese col micidiale virus della pandemia, con una seconda ondata di contagi che sembra arrivare addirittura a superare la prima, con diversi paesi già in piena emergenza che cercano di arginare i problemi dovuti ai contagi in ogni modo, con tutti i mercati mondiali che stanno subendo numerosi danni economici a causa dei lockdown e dei casi di contagio, compreso il mondo del pro-wrestling.

Dopo l'emersione di un nuovo focolaio in quel di NXT per la WWE, sembra che il caso più grave attualmente riscontrato di contagi da Covid, sia da ricercarsi nel roster della AEW, con numerosi wrestler e addetti ai lavori che avrebbero contratto il tanto temuto virus nel corso delle settimane appena passate.

Importanti wrestler tenuti fuori dai piani della AEW per essere stati contagiati?

Secondo quanto riportato da Sean Ross Sapp del noto sito Fightful e come confermato dall'altro giornalista Jon Alba del giornale Sports 360, il roster della AEW avrebbe riscontrato diversi problemi nei giorni scorsi per colpa dei test positivi al virus, con diversi addetti ai lavori e diversi wrestler che sarebbero infatti stati fermati dai contagi.
Al momento, l'unico nome certo che sarebbe uscito dalla discussione, sarebbe quello del n°1 contender al titolo massimo detenuto al momento da Jon Moxley, Lance Archer, con il mastodontico atleta che avrebbe infatti saltato la puntata di Dynamite della notte, per colpa della sua positività.

Secondo i due noti giornalisti, sebbene i sintomi siano stati riscontrati solo da pochi addetti ai lavori, tanti altri sarebbero invece positivi, ma rimarrebbero asintomatici, il che sarebbe ancora più pericoloso per il resto della crew.
A quanto pare, inoltre, diversi atleti risultati positivi nei giorni scorsi, erano stati già utilizzati nelle registrazioni dei tapings televisivi della settimana scorsa, con un focolaio interno che potrebbe adesso essersi sparso in ogni dove, nel roster AEW.

Come riportato dallo stesso Lance Archer, il quale ha confermato la sua positività al virus in un recente tweet scritto sul noto social, l'atleta crede di aver contratto il virus a casa, tramite amici di famiglia e non a lavoro.

Rimane comunque molto delicata la situazione interna al roster della seconda federazione di wrestling più importante d'America, che potrebbe addirittura chiudere i battenti a breve, almeno momentanamente, qualora i contagi divenissero troppi.