AEW, Eddie Kingston rivela: "Ecco il motivo per cui sono qui e non in WWE"



by   |  LETTURE 1254

AEW, Eddie Kingston rivela: "Ecco il motivo per cui sono qui e non in WWE"

Nell'ultimo episodio di AEW Unrestricted Aubrey Edwards e Tony Schiavone hanno intervistato il wrestler Eddie Kingston. Questi ha raccontato diversi aneddoti riguardo la sua esperienza in All Elite Wrestling, ha chiarito il motivo dell'odio verso Dairi Queen, ha raccontato perché amava l'ECW e tanti altri aneddoti.

Le parole nell'intervista di Eddie Kingston

Il wrestler dell'AEW ha analizzato parlando in questo modo: "Cody? Credo che lui non avesse un wrestler che gli metteva davvero pressione e che quando sarebbe successo lui si sarebbe rialzato.

Era questo che volevo spiegare fin dall'inizio. Quel promo stava preparando Cody per battere me e per farlo vedere dalla gente come un ragazzo abbastanza duro. A volte la gente non ha apprezzato come mi sono comportato contro di lui, ma la realtà è che stavo svolgendo alla grande il mio lavoro e per questo alla fine sono stato firmato.

Al momento mi considero ancora un wrestler della scena indipendente e, anche se non lo sono piu, il mio cuore resterà sempre lì. Quando vado su Twitter per vedere i nuovi follower dico, 'Hey, guardate questo ragazzo della scena indipendente.

Sto cercando di aiutarli anche perché io non ho mai avuto qualcuno che mi aiutasse. Non sono a volte a mio agio con il mio lavoro, ma do sempre il massimo. Ricordo che vedevo spesso i Lucha Brothers perché saremmo stati negli spettacoli insieme e quindi capivo il loro modo di combattere"

Infine il wrestler ha rivelato il motivo per il quale ha firmato con l'All Elite Wrestling: "Il motivo per cui sono qui è mia madre. Io sono un "mammone" e ascolto sempre quello che mi dice. La sua opinione è molto influente per me, è capitato anche con le ragazze.

Mia madre mi conosce meglio di chiunque altro , lei mi disse che non sarei stato felice in WWE e disse che entro tre settimane sarei stato licenziato. Ho pensato , beh, allora vado in AEW e lei mi disse che andava bene. Posso dire che mia madre è stato il fattore decisivo"