Ex campione della WWE debutta clamorosamente in AEW *SPOILER*



by   |  LETTURE 10234

Ex campione della WWE debutta clamorosamente in AEW *SPOILER*

Dopo Luke Harper aka Brodie Lee, dopo gli FTR che in WWE erano i Revival e dopo Matt Cardona, che veniva chiamato Zack Ryder dai McMahon, un altro ex wrestler della compagia di Stamford ha debuttato questa notte sui ring della All Elite Wrestling, dopo essere stato rilasciato nell'ormai famosa giornata nera del 15 Aprile, dove la WWE mise mano ai suoi roster e tagliò abbondantemente diversi atleti, road agent, arbitri e addetti ai lavori vari, per colpa dei problemi economici scaturiti con la pandemia mondiale.

Durante l'ultima puntata di Dynamite andata in onda nella notte, infatti, l'ex campione degli Stati Uniti Rusev, ha fatto il suo debutto ufficiale sui ring della federazione della famiglia Khan, con Kip Sabian che ha presentato il marito di Lana della WWE come il "miglior uomo" potesse esistere per il suo imminente matrimonio, con Miro (attuale nome di Rusev sui ring AEW), che ha subito lanciato una frecciatina ai suoi ex datori di lavoro.

Dopo diversi mesi fermo, Miro torna a lavorare con una compagnia di wrestling

Il segmento di presentazione dell'ex Rusev sui ring della All Elite, è arrivato pressochè a sorpresa, con nessun fan che era pronto a vedere un ex volto noto dei teleschermi della WWE apparire così dal nulla nell'ultima puntata di Dynamite.
Dopo l'ingresso sul ring di Puff, che si era autoproclamato miglior uomo per il matrimonio di Kip Sabian e Penelope Ford, con il mastodontico atleta che era stato cacciato dal ring da Sabian proprio come il commentatore della AEW Tony Schiavone, prima di lui, è stato il momento di Brian Pillman jr, di fare il suo ingresso.
Alla vista del wrestler figlio d'arte, un Sabian sempre più infastidito ha cacciato dal ring anche lui, vedendosi arrivare alla fine Miro, il quale si è rivelato essere il famoso "uomo migliore" che Sabian stava cercando da settimane nei suoi promo.

Microfono alla mano, l'ex Rusev ha confermato di essere una nuova Superstar della AEW, con i fan nell'arena che hanno subito cominciato a intonare i cori "Miro Day", in chiaro riferimento al "Rusev Day" della WWE.
Nel suo breve promo Miro non ha di certo risparmiato la WWE da critiche, dicendo di aver passato in quella compagnia ben 10 anni della sua carriera, alla ricerca di un immaginario "anello di ottone", che la compagnia di Stamford (e pensiamo qualcuno di loro in particolare), adesso " può prendere e ficcarselo nel c**o"

Beh, che dire, decisamente un debutto col botto...