Brian Cage rivela il motivo per il quale non è mai tornato in WWE



by   |  LETTURE 3651

Brian Cage rivela il motivo per il quale non è mai tornato in WWE

Tra il 2008 e il 2009 Brian Cage ha fatto parte degli atleti del sistema sviluppo FCW in WWE. In realtà però la sua esperienza nella federazione di Stamford non è durata a lungo, ma c'è un motivo per questo.

Durante AEW Unrestricted, Cage ha spiegato di aver subito una commozione cerebrale. In seguito gli promisero di avere un colloquio con Johnny Ace (ossia John Laurinaitis, noto anche per il suo stint da dirigente negli show televisivi tra il 2011 e il 2013).

Alla fine, però, la vicenda non andò a buon fine. Ecco le sue parole: "Sono caduto all'indietro, la mia testa cadde sotto le tre corde e il giorno dopo ero molto scosso. Ne parlai con Jamie Noble e chiesi cosa era successo, lui mi disse di parlare con Johnny Ace.

Noble mi disse che gli avrebbe provato a parlare e poi avrebbero deciso in futuro sul cosa fare. Alla fine devo dire che non ha mai parlato con lui, mi dissero solo di non preoccuparmi. Siamo andati in Australia per due settimane, poi mi dissero che mi avrebbero contattato.

Nessuno mi contattava ed iniziai a pensare che facevo schifo. Parlavo sempre con qualcuno, contattavo qualcuno e mi guardavano disgustato, mi trattavano come un ragazzino" Brian Cage ricorda davvero in maniera negativa questa sua esperienza nella federazione di Vince McMahon e dopo questa rientrò nelle federazioni Indies.

Il resto è storia: sappiamo tutti come è finita per Brian Cage, che lavora in AEW e che a Fight For The Fallen sfiderà per il titolo di AEW Champion il campione in carica Jon Moxley.

Le ultime su Brian Cage e su un possibile ritorno in WWE

Dopo il suo addio alla WWE, l'attuale wrestler della AEW ha commentato: "Ho pensato di dire totalmente addio e trarre il meglio da quella situazione.

L'esperienza in WWE non è stata totalmente negativa, ero giovane e andavo avanti e indietro, poi fui rilasciato. Non appena fui rilasciato dalla federazione di Vince McMahon la mia vita personale e lavorativa è andata meglio.

Non sono contro di loro, non ho nulla contro di loro, ma ho fatto bene senza di loro e quindi se non tornerò mai a Stamford, devo dire ne sarò felice" Sono in tanti a criticare la WWE per la scelta di aver rilasciato forse troppo facilmente un atleta che è ora esploso in AEW.