WWE, due ex Superstar approdano a Impact: ecco i dettagli



by   |  LETTURE 3491

WWE, due ex Superstar approdano a Impact: ecco i dettagli

Era nell'aria da settimana e vi erano diversi rumors riguardo una loro partecipazione al Pay per View di Slammiversary del prossimo 18 Luglio, ma pare che sia stato ormai raggiunto l'accordo per il passaggio di Luke Gallows e Karl Anderson ad Impact Wrestling.

La federazione seguiva da tempo i due atleti, che, rientreranno appena scadranno i termini di non competizione con la WWE. È stato Gary Cassidy di SportsKeeda a rivelare che è stato raggiunto l'accordo e che i due wrestler hanno firmato con la società.

Sono arrivate inoltre conferme da Dave Meltzer del Wrestling Observer. Secondo quanto riporta Cassidy, il piano della federazione di Impact è quello di fare debuttare gli atleti a Luglio, o nel Pay per View di Slammiversary o pochi giorni dopo.

Una novità riguardante l'accordo con Impact prevede che i due wrestler possano lavorare con la New Japan Pro Wrestling una volta che sarà possibile farlo. Al momento Impact ancora deve ufficializzare però l'accordo.

Gli ultimi mesi dei due ex wrestler della WWE

Luke Gallows e Karl Anderson fanno parte di quei wrestler che sono stati rilasciati dalla WWE lo scorso 15 Aprile, a seguito dell'emergenza sanitaria che ha colpito a livello globale e che non ha ovviamente lasciato immune la federazione di Vince McMahon.

L'addio dei The Good Brothers non è affatto piaciuto al loro ex compagno nel The OC, The Phenomenal One AJ Styles, che recentemente si è detto molto dispiaciuto del loro addio. In particolare ecco le sue dichiarazioni: "La verità di Luke Gallows e Karl Anderson mi ha fatto davvero male.

Ripenso che sono stato io a portarli in WWE e quando sono stati rilasciati mi sono sentito responsabile, li ho portati io qui e non volevo che accadesse ciò. Questa cosa mi ha distrutto e penso che se io non li avessi incoraggiati a venire qui, ora starebbero meglio"

AJ Styles poi aveva proseguito affermando: "Li ho delusi e ne ho parlato con loro. Sono il più vecchio tra noi tre e per me sono come fratelli minori, non mi sono preso di cura di loro realmente e questa cosa mi fa davvero molto male"