Roman Reigns è guarito? Può esserlo? Facciamo chiarezza sulla leucemia


by   |  LETTURE 7415
Roman Reigns è guarito? Può esserlo? Facciamo chiarezza sulla leucemia

Roman Reigns ha fatto ritorno a Raw, annunciando al mondo che la sua malattia (la leucemia) è in remissione e aggiungendo "Sono tornato" Successivamente ha preso parte anche a un breve segmento "fisico" nella nottata di Atlanta, soccorrendo Dean Ambrose dal pestaggio congiunto di Drew McIntyre, Elias, Bobby Lashley e Baron Corbin con tanto di Superman Punch e addirittura una Spear (rifilata al lottatore scozzese).

Tutto questo ha generato confusioni e polemiche, soprattutto sui social network, dove soprattutto in America (ma anche in Italia) si sono formate frange di persone che addirittura hanno messo in dubbio che la malattia del samoano sia reale, con il sospetto che la leucemia sia solo una storyline messa in atto dalla WWE per creare empatia verso il lottatore e l'uomo scelto come volto della compagnia.

Partendo dal presupposto che al momento non è possibile stabilire che effettivamente la WWE abbia mentito (e se lo avesse fatto dovrebbe assumersi pesanti responsabilità, soprattutto etiche ma non solo), il ritorno di un Roman Reigns molto dimagrito ma sostanzialmente in forma non è un indizio sufficiente per affermare che non sia malato.

Iniziamo con un'importante precisazione: Roman non ha mai detto di essere guarito, ma di "essere in remissione" Questo significa insomma non che sia guarito, ma che sta guarendo. Cosa significa però "essere in remissione"? Per rispondere a questa domanda occorre fare un po' di chiarezza sulla leucemia.

Per farlo abbiamo deciso di aiutarci con il sito 'beat-leukemia.org', fondato da un ragazzo, Alessandro Cevenini, che all'età di 24 anni ha affrontato in prima persona e sulla propria pelle il dramma della leucemia.

E sulle pagine del suo sito (dove vengono raccolti fondi per la ricerca contro la leucemia) viene spiegato chiaramente cosa comporti essere in remissione. "Lo scopo delle cure - si legge su 'beat-leukemia.org' - è quello di raggiungere una remissione completa, vale a dire lo stato in cui non vi è più alcuna traccia della malattia né nel sangue, né nel midollo, e il paziente torna ad essere in buona salute.

Per la leucemia acuta, una remissione completa che dura almeno cinque anni dopo la fine delle cure, indica una guarigione. I centri di cura indicano un numero crescente di pazienti che sono in remissione completa da almeno cinque anni dalle cure"

Se volete saperne di più, ecco qualche link utile:

  • Il sito 'beat-leukemia.org': CLICCA QUI
  • La storia di Alessandro Cevenini: CLICCA QUI
  • Come si cura la leucemia: CLICCA QUI
  • Come aiutare 'beat-leukemia.org' e sostenerne la ricerca di fondi tramite donazioni: CLICCA QUI
Della faccenda Roman Reigns si è anche occupata 'Leukaemia Care‏', associazione che si occupa del male e che attraverso alcuni recenti tweet ha spiegato come Roman Reigns possa avere i capelli, non sembrare drasticamente dimagrito e in generale non avere l'aspetto di una persona che lotta con un tumore.

La risposta è che esistono quattro diversi tipi di leucemia (e nessuno ha mai spiegato quale abbia colpito il lottatore samoano). E anche le possibili cure sono diverse: la chemioterapia causa la perdita di capelli, ma non è l'unico trattamento possibile (ed evidentemente non è quello che i medici hanno ritenuto ideale per l'ex Universal Champion).

Inoltre alcuni tipi di trattamento per la leucemia non provocano la perdita di peso, ma addirittura possono provocare un ingrassamento del paziente.