La fine di un'era - La WrestleMania di chi l'ha vissuta

Oltre alla nostra analisi dell'evento, Luca Carbonaro e Carlo Cimmino ci raccontano la loro esperienza dal vivo di WrestleMania ai microfoni del Wrestling Times Podcast.

by Alan Mack
SHARE
La fine di un'era - La WrestleMania di chi l'ha vissuta
© Fair Use

Il momento più caldo dell'anno è appena passato, la WWE marcia verso Backlash, in Francia, senza alcuna sosta, vengono presentate nuove cinture, una campionessa è costretta a scendere dal suo trono, nuove rivalità emergono...tuttavia, si parla ancora di WrestleMania e di ciò che ci ha lasciato. Una Night 1 che non ha particolarmente entusiasmato (tranne che per alcuni incontri) e con una Night 2 semplicemente da ricordare, arrivando persino in Italia in chiaro su DMax, accendendo di più le nostre speranze per futuri eventi (oltre a quello di Bologna) nel nostro paese. Per una visione ancora più ampia dello Showcase of Immortals e per conoscere la sensazione, l'emozione e l'esperienza di assistere dal vivo alle notti più importanti dell'anno, abbiamo avuto la fortuna e il piacere di avere, al Wrestling Times Podcast, due ospiti che erano presenti a Philadelphia: il nostro collega Luca Carbonaro e l'amico di lunga data, Carlo Cimmino.

L'emozione di chi l'ha vissuta

Ci sono due modi di vedere il wrestling: una è davanti ad uno schermo, osservando l'azione da varie angolazioni e di sottolineare pregi e difetti dell'incontro che stiamo vedendo (oltre alle tante pause pubblicitarie a cui ci hanno abituato). L'altra è di assistere all'evento dal vivo, dimenticando di essere podcaster, opinionisti, critici e tornando ad essere semplici fan, rivivendo quell'emozione che si era persa nel tempo. Oltre agli ottimi posti a sedere che hanno avuto (skybox per Luca, settore 107 per Carlo), hanno vissuto completamente l'esperienza del WWE World, il nuovo evento organizzato dalla WWE che ha sostituito l'Axxess. All'evento, è stato possibile trovare podcast dal vivo, il One Deadman Show di Undertaker, insieme a tantissime chicche che hanno segnato la storia della federazione, come i costumi usati da Stone Cold, The Rock, Undertaker, Kane e tanti altri, insieme anche alle cinture di campione personalizzate e originali WWE disponibili per l'acquisto. Proprio durante lo show del Phenom, sono stati rivelate delle statue in onore di Bray Wyatt, così come anche il nuovo attire di The Fiend.

Poco distante, si è tenuto anche il Wrestlecon, con la partecipazione di Lita e Trish Stratus (viste anche le voci sul loro possibile ritorno proprio a WrestleMania), gli Hardy Boyz (con Matt che invitava i presenti a guardare WrestleMania, facendogli sognare su una loro apparizione a sorpresa, seppur impossibile), Sabu, Chavo Guerrero e l'icona Sting. 

Abbiamo anche avuto il piacere di riavere, come ospite, l'arbitro italiano Andrea Corbo, per l'intera analisi delle due notti di WrestleMania. Vi ricordiamo anche che, noi del Wrestling Times Podcast, Luca Carbonaro e Corbo saremo presenti all'evento della Premium Championship Wrestling, Massima Potenza, il prossimo 25 Maggio ad Avigliano. Di seguito, vi lasciamo al nostro podcast per maggiori informazioni su WWE World, il Wrestlecon e all'analisi di WrestleMania.

Wrestlemania
SHARE