NXT: The Future Is Now - Speciale Awards 2019: Parte II


by   |  LETTURE 411
NXT: The Future Is Now - Speciale Awards 2019: Parte II

Benvenuti alla seconda parte degli Awards dedicati a NXT per il 2019. Match of the Year:

Leonardo Lucarini: Walter vs Tyler Bate, NXT UK TakeOver: Cardiff
Il mio match preferito dell’anno arriva un po’ a sorpresa da uno speciale di NXT UK: Walter e Tyler Bate si sono dati battaglia per più di 50 minuti per il WWE United Kingdom Championship a Cardiff, in quello che è già diventato un classico, un perfetto esempio della vecchia sfida “Davide vs Golia”.

Nel match traspare tutta la determinazione del giovane Tyler Bate, contrapposta alla forza brutale del campione Walter, per un risultato coinvolgente ed emozionante.

Alberto Quaglio: Ladder Match: Street Profits vs Forgotten Sons vs Oney Lorcan & Danny Burch vs Undisputed Era, NXT TakeOver: XXV
Anche in questo caso questo premio va ad un match che mi ha fatto tornare indietro nel tempo.

Sì perchè assistere a questo match mi ha fatto tornare all'inizio del millenio e più precisamente a Wrestlemania 17 quando si affrontarono gli Hardy Boyz, i Dudley Boyz ed il team composto da Edg&Christian.

Tornando al presente però durante il match ho perso il conto delle volte che ho saltato sul divano gridando come un bambino in un negozio di caramelle. Grazie, grazie e ancora grazie a questi 4 team che sono stati in grado di farmi vivere un'emozione che purtroppo non provavo da molto tempo.


Storyline of the Year:

Leonardo Lucarini: Team Ripley vs Team Baszler
Il premio va alla storyline che ha portato al primo War Games Match femminile, quella che ha visto Rhea Ripley costruire una squadra per sopraffare l’alleanza di Shayna Baszler.

Oltre al fatto che la contesa finale è stata molto bella, la storia che l’ha costruita ha messo in luce l’intera divisione femminile ed è stata piena di colpi di scena, uno su tutti il turn di Dakota Kai; inoltre è stata in grado di tenere il pubblico costantemente interessato alla faida.

Alberto Quaglio: Johnny Gargano vs Adam Cole
Credo sia sufficiente pronunciare questi due nomi per poter descrivere pienamente cosa sia stata NXT nel 2019.

Da aprile ad agosto dello scorso anno sono stati i protagonisti di ogni episodio dello show giallo nero e dei rispettivi PPV. Basti pensare inoltre ai match da loro disputati nei vari TakeOver e specialmente alla stipulazione dell'ultimo che li vedeva impegnati in 3 match nella stessa sera partendo da un normalissimo Single Match per poi passare ad uno Street Fight chiudendo con un Barbed Wired Steel Cage Match.

Insomma stiamo parlando di due atleti che non si sono minimamente risparmiati per regale al pubblico ciò che il pubblico desidera. Catalizzatori.
TakeOver of the Year:

Leonardo Lucarini: NXT TakeOver: Toronto
Decido di dare questo riconoscimento allo show che si è tenuto 24 ore prima di SummerSlam, a Toronto.

Secondo la mia opinione, questo è stato lo show di NXT più robusto dell’anno, molto scorrevole e, come sempre, di altissimo livello. Da ricordare il main event con Adam Cole che ha sconfitto Johnny Gargano in un Three Stages of Hell e il match tra Io Shirai e Candice LeRae, secondo me uno dei match migliori dell’anno, ingiustamente sottovalutato.

Alberto Quaglio: NXT TakeOver WarGames
Non potevo non mettere il ppv che ha segnato un nuovo punto di svolta per la WWE.

Infatti il 23 novembre 2019 si è svolto il primo WarGames Match femminile della storia. Protagoniste sono state il team composto da Candice LeRae, Tegan Nox capitanate da Rhea Ripley ed il team composto da Bianca Belair, Io Shirai, Kay Lee Ray e Dakota Kai capitanate da Shayna Baszler.

Il match è stato splendido ed ero quasi tentato di metterlo come match dell'anno ma i feels anni 2000 hanno avuto la meglio. Un altro tassello che mi ha fatto propendere a decretare questo ppv come il migliore dell'anno è stato anche il primo match di Finn Balor, dal suo ritorno ad NXT, dopo il suo periodo non proprio roseo nel main roster.

A chiudere il cerchio ci mettiamo poi che questo ppv si è svolto durante il fine settimana delle Survivor Series vinto in maniera netta e pulita proprio da NXT con main event vinto proprio dall'allora campionessa femminile di NXT.



Breakout Star of the Year:

Leonardo Lucarini: Walter
Tra tutti coloro che hanno compiuto il proprio debutto a NXT negli ultimi 12 mesi, Walter è colui che ha avuto l’impatto maggiore, sconvolgendo NXT UK e proponendosi come una seria minaccia per il futuro di NXT ed anche del main roster.

Dopo aver debuttato a sorpresa a Blackpool, Walter ha interrotto il regno interminabile di Pete Dunne nel weekend di WrestleMania vincendo il titolo inglese della WWE che mantiene tutt’oggi.

Alberto Quaglio: Walter/Keith Lee
Piccolo spoiler, non si tratta dell'unico pareggio.

Tornando a noi. Il primo è stato indubbiamente il dominatore assoluto di NXT UK con un regno da campione iniziato dopo la vittoria contro uno dei più talentuosi atleti attualmente presente in WWE ovvero Pete Dunne.

Il tutto arricchito anche dall'essere leader di una delle stable più devastanti degli ultimi anni (anche se nulla a confronto degli Undisputed ERA). Il secondo invece se pur senza alcun alloro e senza una stable da capeggiare, ha saputo catalizzare su di se le attenzioni di tutti, addetti ai lavori e non.

Non so se vi ricordate quanto fatto da Lee durante il tradizionale 6 man Tag Team elimination match alle Survivor Series, considerando oltretutto che la sera precedente prese parte ad un devastante WarGames Match durante l'omonimo PPV targato NXT.

Non vado oltre perchè ci vorrebbe un articolo a parte.