Bank Statement – Una grande opportunità per Bayley


by   |  LETTURE 1163
Bank Statement – Una grande opportunità per Bayley

Nemmeno il tempo di digerire quanto successo a WrestleMania che ci si ritrova subito con il Superstar Shake-Up. Negli anni la WWE ha chiamato questo evento anche Draft Lottery o semplicemente Draft per fare il verso a eventi simili in altri sport.

Negli ultimi anni questa filosofia è cambiata e adesso il nome non è più riferibile a nessun altro evento al di fuori della WWE. Probabilmente a Stamford hanno capito che andare dietro alla concorrenza non porta molto beneficio nel lungo periodo, soprattutto per una compagnia che vuole essere leader mondiale dell’intrattenimento.

Fatta questa doverosa premessa, entriamo nel merito dei cambi di roster che hanno interessato la divisione femminile tra Raw, SmackDown e NXT. Cominciamo dal Monday Night: lo show rosso aveva già fatto la sua più grande acquisizione nella notte di WrestleMania.

Con la vittoria nel Main Event, Becky Lynch ha conquistato entrambe le cinture principali femminili, diventando di fatto un membro di entrambi i roster. Solo quando perderà una delle due cinture, The Man potrà essere assegnata a Raw o SmackDown.

Nel frattempo la rossa irlandese ha fatto irruzione nello spettacolo del lunedì sera, decimando la Riott Squad e attirando le attenzioni di Natalya e Lacey Evans che conquista una shot titolata dopo aver sconfitto proprio the Queen of Heart.

La seconda acquisizione è quella di Naomi che debutta a Raw come alleata di Bayley per un match contro le IIconics. Non mi aspetto molto da questo passaggio se non la creazione di un nuovo tag team. Infine menzione speciale per Zelina Vega che passa allo show rosso come manager di Andrade.

La Muneca non è mai stata in particolari storyline personali, chissà che questa non possa essere l’occasione per vederla più spesso nel ring. E se Raw non ha acquisito molte nuove superstar, a SmackDown c’è stata una vera invasione: nella serata di martedì, aperta ovviamente dalla campionessa Becky Lynch, la prima a presentarsi alla ricerca di un’opportunità è Ember Moon.

The Shenom era fuori dai radar da parecchio tempo e il passaggio allo show blu può essere un trampolino di lancio per un’atleta spettacolare. Le porte della divisione Tag Team sono sempre aperte per lei. Tuttavia il draft successivo è forse il più importante per tutta la divisione femminile: a presentarsi a SmackDown Live è Bayley!

L’Hugger arriva da sola e fa presente fin da subito che non è lì per la categoria di coppia ma per il titolo detenuto da Becky Lynch. E la prospettiva non è poi così pellegrina: nello show blu non ci sono molte top player e non è sempre possibile riciclare Charlotte o Asuka come campionesse, ergo Bayley diventa il profilo più accreditato per strappare lo SmackDown Women’s Title a Becky.

Se ciò dovesse succedere Bayley sarebbe la prima superstar a vincere entrambi i titoli principali e quelli di coppia. Solo qualche mese fa l’atleta di Newark era in un limbo oscuro da cui non si sapeva se sarebbe mai uscita.

Adesso il suo futuro si presenta più roseo che mai, starà a lei cogliere l’opportunità che la WWE le ha dato. Stesso discorso non si può dire per Sasha Banks: The Boss, dopo aver mal digerito la sconfitta a WrestleMania, è completamente sparita.

E questo mi pone più di un dubbio sulla professionalità dell’atleta che forse non ha molto chiaro il tipo di business in cui si trova. Ovviamente c’è tempo per recuperare ma spero che l’atleta di Boston realizzi in fretta che a Stamford non apprezzano molto questi sbalzi di umore.

Il martedì sera ha segnato anche un bel passo in avanti per i Tag Team: come prevedibile, la WWE preferisce spostare Asuka in questa categoria, affiancandola alla debuttante Kairi Sane. Stando alle parole di Paige, il nuovo duo andrà subito contro le IIconics per i titoli di coppia e ci sono buone possibilità che riescano nell’intento di vincere.

Oltre ai debutti mandati in onda la WWE fa sapere che anche Liv Morgan e Mickie James faranno parte dello show blu ed entrambe le mosse sembrano azzeccate: la Riott Squad era diventata una macchietta ed esisteva il pericolo di affossare definitivamente le sue componenti; Mickie non avrebbe avuto molto da dire a Raw, mentre a SmackDown adesso ci sono diverse giovani che possono imparare molto dalla sua esperienza. E Nikki Cross? Dov’è finita?