NXT: The Future Is Now #1 - Johnny Gargano did nothing wrong


by   |  LETTURE 733
NXT: The Future Is Now #1 - Johnny Gargano did nothing wrong

Benvenuti al primo numero del nuovo editoriale completamente dedicato a NXT! Da qualche anno NXT è diventato uno show di riferimento per moltissimi fan in tutto il mondo, perciò ci è sembrato giusto analizzare di mese in mese cosa accade in questo show di durata limitata ma ricchissimo di spunti su cui discutere.

Inoltre, la qualità delle storyline, della caratterizzazione dei personaggi e del wrestling lottato ha pochissimi rivali in questo momento, come ha dimostrato anche l’ultimo PPV di questo brand, NXT TakeOver: War Games II.

Dopo l’esperimento del 2017, NXT ha deciso di riproporre il War Games Match, questa volta nella versione 4vs4, che sicuramente ho preferito. Ho preferito anche l’azione all’interno dei due ring rispetto a quanto era stato fatto lo scorso anno, con alcuni momenti davvero memorabili.

Interessante la decisione di concedere la vittoria al team composto da Ricochet, Pete Dunne e i War Raiders visto che l’Undisputed Era poteva comunque rappresentare una formazione heel in grado di dire la propria anche nella lotta per l’NXT Championship.

Credo che a questo punto Ricochet e Pete Dunne potranno finalmente finire il loro splendido match per l’NXT North American Championship di qualche settimana fa mentre Hanson e Rowe avranno la loro opportunità ai titoli di coppia, detenuti proprio dall’Undisputed Era, in un match che promette scintille.

Questo TakeOver ci ha regalato anche un buon confronto tra Shayna Baszler e Kairi Sane, che ha posto le basi per il futuro della divisione femminile, con la Baszler, aiutata dalle amiche Jessamyn Duke e Marina Shafir, pronta a difendere il titolo dall’assalto dell’alleanza tra Sane, Dakota Kai e soprattutto Io Shirai, la donna descritta come colei che può portare la divisione femminile al prossimo livello.

Peccato che da questa scena rimangano escluse Bianca Belair e Lacey Evans, due heel in rampa di lancio che vedo lontane dalla lotta titolata proprio a causa del loro allineamento. Un’altra contesa che ha sorpreso tutti è stata quella tra Tommaso Ciampa e Velveteen Dream, un vero gioiellino che ha dimostrato che la costruzione dei personaggi può aiutare in modo enorme la buona riuscita di un match (comunque eccellente anche dal punto di vista tecnico).

Ma il match che più di tutti ha fatto parlare di sé è stato quello tra Aleister Black e Johnny Gargano, un match perfetto dal punto di vista del lottato ma ancora di più da quello della storia narrata a causa dell’incredibile processo creativo che ha portato a questa evoluzione di Johnny Gargano.

La storyline dell’attacco misterioso ad Aleister Black è stata la migliore dell’estate e probabilmente dell’anno per NXT, con i divertenti segmenti delle indagini che si sono susseguiti per più settimane, con l’integrazione di Nikki Cross, che ancora una volta ha mostrato il suo impareggiabile talento, e con il segmento che ha svelato il mistero veramente ben eseguito e di impatto.

Ma qui non si parla solo di un momento inaspettato o di un turn heel riuscito, c’è molto di più, tanto che non saprei se definire quello di Gargano come un vero e proprio turn heel. Il cosiddetto Johnny Wrestling sta diventando forse la più grande star che NXT abbia mai avuto proprio per il percorso che il suo personaggio sta affrontando, un percorso che recentemente è diventato una discesa negli inferi: dopo aver ottenuto il completo appoggio dei fan, prima in coppia con Tommaso Ciampa e poi in singolo, Johhny Gargano si è trovato a combattere contro se stesso e ad intraprendere un viaggio all’interno della sua anima.

Un processo che ha avuto inizio a NXT TakeOver: Chicago II, quando Gargano ha perso contro l’ex migliore amico proprio per avere agito come Tommaso Ciampa, l’essere deplorevole che tanto aveva combattuto. Il suo desiderio di giustizia si è fatto via via sempre più insaziabile ed incontrollabile, divenendo velocemente un puro desiderio di vendetta, fino a diventare ossessione e pazzia.

È per colpa sua se Ciampa è diventato campione sconfiggendo Aleister Black; ma Johnny Gargano non si è mai dimostrato dispiaciuto per quest’ultimo, era troppo accecato dalla voglia di abbattere quello che un tempo era il suo compagno di vita.

La sconfitta a NXT TakeOver: Brooklyn IV è stato l’ultimo, insostenibile colpo per il beniamino del pubblico. Ancora prima, però, Gargano aveva puntato tutto su questo match, tanto da eliminare Alesiter Black prima ancora dell’inizio della contesa, ossia quell’ultimo ostacolo che si poneva difronte al più suo più grande desiderio: annientare Tommaso Ciampa a tutti i costi.

È stata una transizione molto lenta, avvertita dall’NXT Universe ancora prima che diventasse così palese, con il pubblico che aveva già smesso di sostenerlo come un tempo da qualche mese, perché il sapore di marcio già si avvertiva.

Ma a Johnny Gargano questo non importava, aveva bisogno di realizzare i suoi desideri, confondendo anche quali fossero le sue priorità. Johnny Gargano non è diventato cattivo, non è un heel, ma è un uomo che ha perso se stesso; non è più il Johnny Wrestling che il mondo ha amato.

Più volte si è dimostrato disponibile a spiegare le ragioni delle sue azioni, senza vergogna e senza alcun rimorso, ricercando il sostegno dei fan, che nella sua mente erano ancora dalla sua parte. “JOHNNY GARGANO DID NOTHING WRONG”, “JOHNNY GARGANO DID NOTHING WRONG”, questo è quello che Johnny Gargano sentiva dire dal suo pubblico, perso nella convinzione di aver fatto ancora una volta la cosa giusta.

Per lui, questa situazione non è tanto diversa da quelle che ha vissuto per tutta la sua vita, sempre a combattere contro ostacoli più grandi di lui da bravo underdog, con il sostegno delle persone da lui considerate come una famiglia.

A TakeOver: War Games non abbiamo visto sorrisini beffardi o tattiche da heel, abbiamo visto lo stesso Johnny Gargano che abbiamo sempre conosciuto perché, da parte sua, il rapporto con l’NXT Universe non è mai cambiato.

Ancora una volta è arrivata una sconfitta pesantissima, ma è difficile capire se sia arrivata per mano di Aleister Black o se sia bastato se stesso. “I will absolve you of your sins” sono state le parole che Aleister Black ha pronunciato prima di colpire Gargano con l’ultima Black Mass.

E Candice LeRae? In che modo Candice c’entra con tutta questa vicenda? È possibile che la sua aurea così innocente abbia tramato assieme al marito? Certamente sì, ma ancora non ne abbiamo la certezza, potrebbe anche essere stata ignara di tutto ciò.

E cosa ne pensa della corruzione dell’anima apparentemente pura di Johnny Gargano? Colei che più volte aveva cercato di dissuaderlo dal desiderio di vendetta, che aveva tentato di riportarlo sulla retta via, suggerendogli di fare un passo indietro e di riprendere il controllo della realtà nella sua guerra contro Tommaso Ciampa… perché ora sembra che anche lei sia avvolta da una nube oscura? Non ha mai rilasciato alcuna intervista, si è rifiutata; tutto ciò che ha fatto è stato prendersela con Nikki Cross per aver svelato la verità, ma è possibile che in lei ci sia la vera motivazione della nuova versione di Johnny Wrestling? Come abbiamo visto nel suo ultimo match, come per il marito, anche per lei è iniziata la discesa negli inferi, ma chi dei due ha trascinato l’altro con se?