The Worst For Business: the women's involution


by   |  LETTURE 1322
The Worst For Business: the women's involution

Buongiorno e benvenuti a questo nuovo numero di “The Worst For Business”, la rubrica che mette in contrapposizione le idee del pubblico con quelle della federazione di Stamford...e con quelle del vostro SimoneSian, cioè io.
Alcune settimane fa Stephanie McMahon ha annunciato una grande novità per la WWE e, in particolare, per la divisione femminile: un PPV interamente dedicato alle donne! Bello vero? Ed è proprio di questo che parleremo in questo numero di TW4B, Finalmente il “Girls power” sta invadendo anche un settore storicamente maschile come quello della lotta.

Ecco, forse esprimerò un parere del tutto impopolare, ma penso che questa “Evolution” sia in realtà completamente inutile, se non addirittura un passo indietro per le Women (perché ora non chiamatele Divas, sennò si offendono).

Insomma, pensateci bene: fare un PPV a parte dedicato alle sole donne, che probabilmente sarà visto da meno pubblico di un PPV normale, è davvero un premio? È come dire che 205 Live è un premio per i Cruiser, quindi il Rey Mysterio ai bei tempi in questo momento dovrebbe avere come sogno massimo quello di battere Cedric Alexander? Inoltre si svolgerà una sola sera.

Non voglio entrare in discorsi politici, ma dire “questa sera lottano solo le donne” mi sembra un po’ come ribadire che sono diverse dagli uomini, ed è il motivo per cui odio eventi come la festa della donna o la giornata contro il razzismo.

Cioè...OGGI ci sono prima le donne (ma tanto potete tranquillamente non guardarle), mentre da domani si torna a pensare al wrestling da veri uomini. Se davvero la federazione volesse dare una gratifica duratura e reale alla categoria femminile non sarebbe meglio donar loro qualcosa che si protragga nel tempo e che tutti potranno vedere sempre, al pari dei loro colleghi wrestlers? Prima del grande annuncio erano giunti alcuni rumors per i quali sembrava che sarebbero state introdotte le cinture Tag Team femminili...e sarebbe stato molto meglio, secondo il mio modesto (ma nemmeno troppo) parere.

Invece che relegare le donne in un evento fatto solo per loro, perché non aggiungere al normale show settimanale una cintura a loro dedicata? Inoltre si diceva anche che, magari, le detentrici di questi titoli avrebbero potuto lottare sia a SmackDown che a Raw, avendo dunque una possibilità doppia di farsi notare dal pubblico.

Insomma, io forse sono di parte, ma vedere Ronda Rousey e la mia amata Natalya festeggiare insieme con dei titoli per me sarebbe stato stupendo, poi si sarebbero potuti creare scenari interessanti tirando in ballo ad esempio la coppia di amiche/nemiche formata da Bayley e Sasha Banks che avrebbero potuto seguire i passi del Team Hell No oppure la Riott Squad, le Absolution, un dream team formato da Becky Lynch e Charlotte e molti altri.

E invece no, donne escluse completamente per far una cosa tutta loro e per dargli un contentino, mentre dal giorno dopo tutto tornerà come prima. Ho apprezzato le idee della Royal Rumble femminile e del Money In The Bank, anche se ne sono usciti match sicuramente non a 5 stelle, ma penso proprio che questa “Evolution” rischierà di essere ricordata negli anni futuri solo come una piccola “Involution”.

Ora l’articolo sulle donne l’ho fatto, felici? Da domani tornerò a fregarmene, come la nostra cara WWE. E voi cosa ne pensate? Il PPV "Evolution" è un vero passo avanti? Avreste preferito altri "premi" per la Women Division? Scrivetelo nei commenti.

Un saluto, dal vostro SimoneSian. .