APRON RING
The Prizewriter - Campioni di cartone

The Prizewriter - Campioni di cartone

-  Letture: 406
by

Dopo una settimana di digiuno siamo di nuovo qua, oggi parleremo di un ruolo che, negli ultimi tempi, non è valorizzato quanto dovrebbe:
si tratta del campione del mondo. A Raw e SmackDown, con sostanziali differenze, i due campioni massimi che siano poco presenti, o poco rilevanti, non stanno adempiendo ai loro doveri.

Da quando Goldberg ha vinto la cintura di campione a Fastlane, ma se vogliamo già prima con il regno da protetto dell'Authoruty di KO, il titolo Universal non sta passando un buon periodo...

Ciò vuol dire che non lo ha mai passato, essendo nato praticamente in quest'ultimo frangente. Il campione piu meritevole fino ad adesso sembra essere stato Finn Balor, ed è tutto detto. A parte queste iperboli negative il titolo universale ha iniziato la sua breve storia con il piede sbagliato.

Potrà risollevarsi ? E quando? Attualmente il campione del mondo si chiama Lesnar, con ciò che ne consegue, match il piu delle volte a senso unico, presenza a Raw una volta al mese dove non combatte, nessuno che riesca a scalfirlo veramente, l'affossamento di ogni rivale, vedi Strowman a No Mercy, e l'ombra dell'unico credibile ( Roman ), sperando in colpi di scena sempre possibili, che ce ne dovrebbe liberare nel 2018, mammamia.

A SDL le cose non vanno meglio, dopo un buon inizio seguente il brand split con avvicendamenti interessanti, Ambrose, Styles, Cena, e anche Wyatt, che fino a Wrestlemania ha dato il la ad una buona faida con Mr Rko, il vuoto.

Innazitutto quel rematch nella casa degli orrori a cui era stata tolta la stipulazione del rematch clause, ( Bray non l'ha mai sfruttata ) per il casino draft-post-Wrestlemania-con-faide-annesse-mandate-a-facili-costumi, il regno cortissimo ed inutiile contentino per il curriculum di Randy , e da lì l'inizio dell'incubo chiamato Jinder Mahal.

Se all'inizio poteva essere perlomeno curiosa la scelta, e si poteva pensare che il personaggio subisse delle modifiche, risvolti, miglioramenti minimi sul quadrato o almeno nella qualità dei suoi match, aspettare si è rivelato vano.

Mahal non è un fighting champion, e forse per fortuna dato che ogni volta che combatte il livello di noia sale alle stelle. Vince sempre con quella bruttissima finisher che molte volte gli riesce pure male, sempre nello stesso modo totalmente anticlimatico dopo un'interferenza dei due nani indiani.

Al microfono inoltre è mediocre, ma sopratutto rupetitivo ai limiti del credibile, incredibile come per tre settimane gli abbiano fatto fare lo stesso angle con le foto delle facce di Nakamura. Tutto ciò ha stufato , c'è bisogno di un campione credibile che dia onore al titolo, che sappia tenere alto il suo storico valore con faide all'altezza, e combattimenti degni.

Speriamo tutti in Shinsuke Nakamura, forse il piano wwe è proprio quello di rendere il nipponico un salvatore della patria dopo il regno del terrore di Mahal, per far sì che sia ancora piu amato e amabile.

A differenza di Raw comunaque a Smack ci sono piu possibilità per ribaltare il fronte, oltre a nakamura è pieno di papabili campioni, quindi se il presente è nero almeno all'orizzonte si può intravedere un futuro un po' più roseo.

Per concludere la situazione titoli mondiali in WWE è stagnante come non mai, i campioni devono tornare ad essere il fulcro dello show, o almeno uno dei, devono combattere per innalzare il livello della cintura e del proprio brand e devono essere interpreti meritevoli per quello che fanno vedere su ring, al microfono, e come personaggi.

.