APRON RING

Dirty Deeds - Verità scomode: una valigetta in pattumiera

-  Letture: 1266
by Marco Enzo Venturini

In una settimana narrativamente perfetta per la WWE ci si domanda il perché di una gestione del Mister Money in the Bank tanto sciagurata.

La WWE nella settimana prima di Summerslam stava davvero per non sbagliare un colpo. Fino agli ultimi cinque minuti di SmackDown. Qui infatti si è deciso di far intervenire Baron Corbin al termine del match tra John Cena e Jinder Mahal per attaccare il bostoniano, e aumentare la carne sul fuoco della loro rivalità prima dello scontro di Summerslam.

Fin qui tutto bene. Peccato che qualche minuto dopo (dopo una lunga, interminabile, inspiegabile attesa) il Lone Wolf abbia deciso di incassare la sua valigetta ai danni del Maharaja indiano. Distraendosi per colpa di Cena e facendosi schienare in sei-secondi-sei.

Ma perché? Non poteva esserci scelta più sbagliata da parte della WWE, in tutti i sensi possibili. A partire da quello logico: lo stesso Cena, qualora Corbin avesse privato Jinder del titolo, si sarebbe magicamente ritrovato a lottare per la cintura di WWE Champion a Summerslam.

E invece gli è bastato mettere i bastoni tra le ruote di un avversario (che la notte dopo Brooklyn abbandonerà, dato che si sposterà a Raw) che ha inutilmente umiliato e probabilmente lasciato con una carriera distrutta e quasi impossibile da ricostruire.

In tutto questo poi si colloca la scellerata idea della compagnia di gettare alle ortiche un patrimonio inestimabile come una valigetta del Mister Money in the Bank. Per il secondo anno di fila, tra l'altro, dato che nel 2016 Dean Ambrose la incassò la notte stessa della propria conquista, lasciando l'allora acerrimo rivale Seth Rollins con un pugno di mosche in mano qualche secondo dopo la riconquista del massimo alloro WWE.

Non si fa. Né per la dignità di un atleta ancora atteso alla definitiva esplosione, né per le aspettative del pubblico, che vedono da anni nell'ambita valigetta uno dei massimi motivi di interesse dell'anno.

Motivo di interesse che quest'anno è stato preso e gettato nella spazzatura. Un vero peccato e un colossale spreco, dato che le vicende legate al titolo assoluto di SmackDown stanno tutt'altro che scaldando i cuori (Jinder Mahal sembra aver definitivamente fallito come campione e il suo attuale Shinsuke Nakamura ha ancora tutto da dimostrare ai livelli altissimi del main roster) e gli altri big come Kevin Owens e AJ Styles sono impelagati nella questione legata al titolo di campione degli Stati Uniti.

E l'uomo con la valigetta poteva assolutamente essere utile ai booker dello show blu. Decisamente meglio a Raw, dove è bastato un tira e molla di settimane tra Seth Rollins e Dean Ambrose per far impazzire il pubblico, in fibrillazione per capire quando, come e se i due dello Shield sarebbero tornati a fare coppia.

E lo hanno fatto in extremis, a meno di una settimana da una Summerslam in cui potrebbero ritrovarsi immediatamente e improvvisamente campioni di coppia. Una grande emozione, ottenuta con il minimo sforzo e un'idea tanto semplice quanto giusta.

E allora perché diavolo complicarsi la vita con una valigetta che valeva oro e che è stata trattata come spazzatura? .

Powered by: World(129)