APRON RING

Focus on: John Cena, the champ is still here!

-  Letture: 1097
by Federico Gatto

Che piaccia o no il bostoniano è ancora il personaggio più interessante; eredi in vista?

Super Cena is back! Il segmento che ha coinvolto il leader della Cenation e il campione WWE ha dimostrato per l'ennesima volta che tutto ciò che viene toccato dal sedici volte campone del mondo diventa oro. O quantomeno passa da opaco a brillante.

Ma questo è da considerarsi dannoso o positivo? Un simbolo immortale nello spirito ma non nella carne, poniamoci una domanda diversa dunque: può una federazione di fama mondiale appoggiarsi in eterno a quello che, per quanto possa essere blasonato e famoso, è pur sempre un essere umano con la spada di Damocle del tempo pronta a cadere rovinosamente sulla sua carriera che, ammettiamolo, è oggi più vicina alla sua fine rispetto al suo inizio? Dal 2002 al 2017: un lungo viaggio che ha portato John Cena ad affermarsi come star numero uno del pro wrestling.

Devo riconoscerlo, l'evoluzione di John Cena è stata la più strana ma anche la più efficiente che la WWE abbia mai sviluppato; un personaggio che è cambiato tantissimo proprio perchè non ha mai proposto grosse modifiche alla sua gimmick, una pietra miliare con la quale tutti si sono fatti le ossa.

Un Undertaker al rovescio: se il Deadman negli anni ha cementato la sua fama lottando come idolo assoluto e schiantando al suolo più nomi possibili rimanendo sempre amato, Cena è stato odiato, criticato, contestato e fischiato fino al punto di diventare un odioso pilastro che si ergeva dinnanzi a qualsiasi talento che volesse affermarsi in WWE, ma non si è mosso di una virgola.

Tutti i più grandi si sono schiantati sulle sue spalle e sono caduti, la storia dello sport entertainment dal 2005 ad oggi lo conferma: nessuno è come lui, neanche Hulk Hogan. E per quanto dobbiamo augurarci che questo duri? Il più possibile, dico io, perchè non abbiamo ancora trovato il suo sostituto.

Ringraziamolo finchè riesce a mettere piede sul ring e lottare con dignità e carisma, caratteristiche rare da trovare ma ancora più difficili da mantenere negli anni. Lo so, lo so, a molti di voi si contorceranno le budella al pensiero di essergli grati anche solo per un secondo, ma ricordiamoci che nel 2006 nelle arene si intonavano i cori "You Suck!" verso un monumento come Kurt Angle, quindi chiunque può annoiare o diventare obsoleto per alcuni.

Chiedo solo di ponderare l'alternativa, ovvero la sua assenza permanente. E Roman Reigns? Seth Rollins? Brock Lesnar? Il primo ha un ottimo potenziale ma non è valorizzato nella maniera giusta perchè i babyface sono passati di moda nell'era del grande culto di personalità (citazione casualissima) dove anche i cattivi attirano interesse perchè trasgressivi e fuori dagli schemi, quindi non si può più puntare sul Superman di turno; il secondo ha una carisma enorme e sul ring è anche meglio, ma credo che a Vince piacciano di più gli Strowman alti due metri pesanti quasi duecento chili e quindi per lui intravedo una carriera altalentante fatta di successi sporadici, anche se spero di sbagliarmi; il terzo è invece il più grande spreco del decennio, buono per le copertine piuttosto che per gli house show in giro per il mondo tutto l'anno, part timer irritante e borioso, quasi snob con il suo pupazzo personale, troppo personaggio e poca personalità.

E intanto Cena è ancora lì, tutto il resto è noia... .

Powered by: World(129)