Queen Of Moonsault: Ehi Bayley, vuoi essere la nostra ragazza ancora per un po’?

Bayley ama il professional wrestling più di qualsiasi altra cosa nella sua vita e questo si riflette dentro e fuori dal ring, per i fan e per le colleghe

by Rachele Gagliardi
SHARE
Queen Of Moonsault: Ehi Bayley, vuoi essere la nostra ragazza ancora per un po’?
© WWE YouTube/Fair Use

Passano gli anni, i mesi, le settimane e i giorni, io vedo diversi campioni diventare tali nel mondo del professional wrestling, eppure quando a vincere un titolo è Bayley, che sia heel o face, io mi sento il cuore esplodere in petto come non mi succede per nessun altro, e onestamente so anche benissimo il motivo: Bayley è la rappresentazione perfetta dell’amore che tutti noi nutriamo verso questa disciplina.

Oggi sono qui perché vorrei parlare con voi di tutto quello che è successo nel 2024 a Bayley in WWE, un anno che anche se si sta avvicinando solamente alla sua metà, è già stato fondamentale per la sua carriera, nonostante il suo trattamento da campionessa non sia stato dei migliori, ma dato che lei non solo è una grande professionista, ma nutre anche un amore spassionato per questa disciplina, sta comunque riuscendo a fare e dire cose meravigliose che ogni giorno mi fanno ringraziare qualsiasi divinità esistente per aver scelto lei come uno dei miei idoli assoluti nella vita.

La vittoria della Royal Rumble e la separazione dalle Damage CTRL

Ovviamente non posso non partire dalla meravigliosa vittoria nella Women’s Royal Rumble, una vittoria meritatissima che volevamo praticamente tutti, che mi ha fatta urlare ed emozionare come poche cose nella vita, anche perché io sono legatissima a quell’evento, quindi vedere il suo curriculum che si riempie con anche quella vittoria per me è stata una vera e propria emozione. 

Sapevo già a questo punto che per lei ci sarebbe stata la separazione dalle Damage CTRL che già da diversi mesi la vedevano come un peso e avevano iniziato ad isolarla, anche se forse avrei gradito una “cottura” ancora più lenta o magari con qualche variazione, però è stato giusto così, anche perché la Role Model ha sempre detto che il suo obiettivo era quello di prendere sotto la sua ala queste wrestler e metterle sotto i riflettori e se ci pensiamo bene ci era riuscita con anche alcune vittorie titolate, mentre lei aveva quasi sempre perso e non aveva più conquistato un titolo dal suo ritorno post infortunio, quindi era giusto far separare le loro strade e dare un premio a Bayley per tutto quello che ha fatto per queste ragazze, e la vittoria della Royal Rumble è stato solo l’inizio.

La Road to WrestleMania

Se ci pensiamo bene, la Road to WrestleMania di Bayley e IYO SKY forse non è stata la migliore che ci sia mai stata, alla fine si sa che quando c’è di mezzo la sfida titolata nata dalla vittoria della Royal Rumble la WWE va un po’ in sofferenza nella costruzione, escluso casi come Cody Rhodes vs Roman Reigns perché come sappiamo il background soprattutto dell’American Nightmare è particolare, quindi non mi sono stupita più di tanto della cosa, anche se c’è da precisare che comunque sia con il fatto che le due avevano avuto una storyline a lungo termine non è stato difficile affezionarsi poi al loro match di WrestleMania ancor prima di vederlo, tant’è che anche quest’anno abbiamo chiesto a gran voce il main event per le donne e ovviamente non lo abbiamo avuto.

La cosa che però ho amato è stata la ricostruzione di Bayley come babyface, che ha funzionato alla grande quando tutti avevamo paura potesse tornare com’era a NXT, invece è diventata una buona rimanendo badass e questa è una delle cose che più preferisco in questa disciplina, un po’ come Becky Lynch versione The Man. L’altra cosa che ho amato è che per tutto il tempo i fan sono stati dalla sua parte facendosi sentire anche con la federazione soprattutto quando è stata esclusa da alcuni eventi o alcuni poster, cosa che purtroppo ci ritroviamo a fare ancora oggi: ma cosa avete contro il promuovere Bayley? Chiaramente piace! Quindi ecco, tutto sommato se chiudiamo un occhio e ci concentriamo su Bayley, non è andata male.

Bayley è di nuovo campionessa

Cosa ve lo dico a fare: ho pianto. Il regno titolato di IYO SKY purtroppo è stato un mezzo fallimento perché erano talmente tanto concentrati a distruggere dall’interno le Damage CTRL che si sono dimenticati che c’era una campionessa che doveva combattere e difendere la cintura, quindi onestamente non penso che ci ricorderemo molto di questo regno della nipponica se non proprio per l’epilogo che ha avuto, e un cambio titolato è stata la scelta giusta soprattutto se quel titolo è andato a Bayley. Mi dispiace che a Bayley non sia stato dato il main event di WrestleMania XL, anche se sono sicura che incrociando tutte le dita che ho lo avrà insieme al resto delle Four Horsewomen un giorno (Sasha torna ti prego), però fin dalla sua entrata abbiamo respirato un’atmosfera paurosa, con la nuova theme song, il suo look e quel sorriso che illumina sempre tutto.

Il match poi è stato bellissimo, il perfetto mix tra lottato di qualità e storytelling di qualità. Ovviamente non mi aspettavo altro da due performer come Bayley e IYO SKY, due delle più grandi mai esistite per come la vedo io, con i loro due stili diversi che si sono sposati benissimo sul quadrato regalandoci una delle migliori contese femminili dell’anno e della storia dello Showcase of the Immortals. E poi il finale ovviamente è stato tutto per Bayley che si è portata a casa la cintura dimostrando che no, ancora il suo momento non è finito, che c’è ancora tanto che deve dare alla disciplina, come lei stessa continua a raccontare nelle varie interviste che rilascia. Vederle alzare quel titolo con i fan che non la smettevano di fare rumore felici per lei è uno dei ricordi più belli che ho da quando guardo il wrestling. Vederla emozionata mi ha scaldato il cuore perché nessuno più di lei se lo meritava, lei che ha restituito alla disciplina tutto quello che ha ricevuto, forse ha dato indietro anche di più di quello che doveva, lo sappiamo noi e lo sanno le sue colleghe che l’adorano backstage.

La voce di chi non ha voce, o quasi

Negli ultimi giorni la WWE sta mandando in scena il Queen of the Ring Tournament per la sua seconda edizione e ovviamente le campionesse sono escluse dalla cosa, ma nonostante questo Bayley sta tenendo gli occhi ben puntati sui match di settimana in settimana perché alla fine è giusto che guardi anche quella che un giorno potrebbe essere la sua competizione. Ma ovviamente secondo voi si limita a guardare e sta zitta? Oh no, è Bayley, per forza deve dire qualcosa, e ovviamente in pieno stile Bayley dice qualcosa di carino e coccoloso.

Infatti sia sui social che durante alcune interviste, si è detta a dir poco entusiasta di vedere tutta quella qualità in ring quando si parla delle donne in WWE, elogiando il loro lavoro all’interno del torneo, arrivando addirittura a chiedere Evolution 2 perché c’è qualità, le ragazze stanno lasciando tutto quello che hanno sul ring anche in match con una durata così scarsa, perché è sempre lo stesso discorso: le donne hanno molto più da dimostrare rispetto che gli uomini ogni volta che lottano, e allora tanto vale che ogni match sia una guerra e che emozioni i fan, che metta in risalto le loro qualità il più possibile. E attenzione, la sua non è una propaganda per escludere i colleghi maschi, è una metafora come per dire che appunto c’è qualità nella divisione femminile, usiamola come si deve.

Ovviamente non tutte hanno lo status della Role Model tanto da portarsi permettere di chiedere una nuova edizione di un Premium Live Event, o di dare spazio alle donne, oppure non tutte sono la campionessa che si può lasciare andare ad elogi che anche se sembrano sì belli, ma semplici, detti da chi indossa l’oro alla vita valgono più di qualunque altra cosa, perché avere quel titolo significa avere tante responsabilità e una di queste è elevare tutta la divisione femminile. Per questo adoro Bayley: sarà sempre QUELLA persona.

Abbiamo una domanda per Bayley 

E proprio riprendendo il discorso fatto qui sopra, il titolo di questo editoriale si basa ovviamente sul coro che i fan europei amano intonare ogni volta che Bayley è sul ring: “Ehhhh Ehi Bayley, uh ha! I wanna knoooooow if you’d be my girl,” perché semplicemente, nonostante sia nato come un qualcosa di scherzoso, la verità è che davvero noi vogliamo quella conferma, davvero vogliamo sapere se Bayley, dopo 12 anni dalla firma con la WWE, vuole ancora essere la nostra ragazza, la nostra campionessa, colei che ogni volta che appare per un promo o sale sul ring per lottare ci regala quella magia unica e rara. Ma non siamo i soli, no, anche le colleghe vogliono sapere se vuole essere ancora quella che le manda over, che le motiva backstage, che le aiuta ad allenarsi, che è la leader con o senza titolo. 

Il mondo vuole saperlo: Ehi Bayley, vuoi essere la nostra ragazza ancora per un po’?

Io vi saluto, vi ringrazio per aver letto le mie parole e vi do appuntamento al prossimo articolo della rubrica Queen Of Moonsault.

Articolo precedente: Queen Of Moonsault - Seth Rollins: lo scudo che ha protetto tutti noi

Bayley
SHARE