Queen Of Moonsault - La profonda crisi di Becky Lynch: chi o cosa potrebbe salvarla?



by   |  LETTURE 2476

Queen Of Moonsault - La profonda crisi di Becky Lynch: chi o cosa potrebbe salvarla?

Becky Lynch ha vissuto un periodo di massimo splendore quando a Summerslam 2018 ha deciso di tradire la sua migliore amica Charlotte Flair per iniziare la scalata verso il successo e così effettivamente è stato, dato che il pubblico ha iniziato ad amarla e sostenerla sempre di più fino a portare la WWE a farle vincere il primo main event femminile di Wrestlemania nel 2019 con in palio entrambe le cinture di Raw e SmackDown, per poi renderla, per ora, la campionessa del brand rosso più longeva in WWE.

Una notizia bellissima per lei poi ha arrestato questa scalata per qualche mese, ovvero la sua prima gravidanza, finché poi qualcosa è accaduto a Summerslam 2021, quando Bianca Belair avrebbe dovuto sfidare Sasha Banks in cerca di una rivincita dopo che la EST le aveva rubato il titolo di SmackDown a Wrestlemania 37. In quell’occasione The Boss non si è presentata e anche se tutti pensavamo fosse Carmella a sostituirla, ecco che torna lei, The Man, Becky Lynch che in 27 secondi atterra la campionessa e le porta via la cintura e il resto della storia lo conosciamo tutti.

Ora però, dopo che l’irlandese ha perso il titolo nuovamente a Wrestlemania 38 proprio per mano di Bianca Belair, si trova in una spirale che la sta risucchiando, la sta indebolendo, la sta facendo impazzire e non sembra avere una direzione precisa e c’è bisogno di un cambiamento.

Big Time Becks deve sparire?

Allora prima di dare quella che personalmente trovo sia la soluzione a questo problema, c’è da dire che la WWE è riuscita a mantenere l’interesse su questa versione di Becky Lynch per tipo solo un paio di mesi prima di non riuscire a gestire il suo booking.

Qui il problema maggiore è essenzialmente che l’irlandese aveva già trovato la versione migliore di e per se stessa, ovvero The Man. Quel personaggio è talmente perfetto per Becky Lynch che sarebbe stato difficile in qualsiasi modo riuscire a creare qualcosa di meglio per portare una ventata di freschezza nella sua carriera. Non che Big Time Becks sia un brutto personaggio in generale, semplicemente o non è adatto a lei, oppure lo hanno sfruttato malissimo.

Personalmente trovo che una come Becky Lynch non sia adatta ad avere un atteggiamento così da codarda come heel, me la sono sempre immaginata super badass come doveva essere dopo il tradimento ai danni di Charlotte, che però in un percorso tracciato dal pubblico, l’ha fatta diventare la face della situazione. Questa cosa di concludere o cercare di concludere i match sempre barando non si addice a lei. Io ad esempio non ho problemi con i suoi outfit stravaganti come li hanno altre persone, ci sta, è parte del personaggio, ma ho un grosso problema su come effettivamente è la persona che sta dentro quei vestiti. Quella non è la Becky Lynch che mi ha fatta tornare al wrestler, che mi ha fatto venire voglia di riavvicinarmi a questa disciplina e il fatto che io, una grandissima fan, sia arrivata a non tifarla, nel mio cuore è abbastanza grave come cosa.

Certo, ci sono degli aspetti di Big Time Becks che è necessario avere perché comunque ci è stato spiegato che quella vittoria in 27 secondi le ha montato talmente la testa che è convinta di poter fare quello che vuole, di avere quel potere tra le mani, potere che una volta perso, insieme alla cintura, la tormenta e lei diventa così perché rivuole tutto, addirittura avrebbe venduto l’anima al diavolo per rimanere campionessa e diventarla nuovamente in caso di sconfitta. Però questa cosa in linea generale sta stancando, anche perché non so voi, ma io ho perso ormai il conto di quante volte l’ho vista entrare triste e depressa per poi tornare felice dopo magari una vittoria, e la cosa non ha portato da nessuna parte, quindi questa volta c’è bisogno che porti ad un percorso preciso, quello del cambiamento.

La speranza di riavere The Man

La realtà dei fatti è che è molto pericoloso riproporre una gimmick se non sei un personaggio che ormai è molto affermato nella disciplina, tipo The Undertaker, però è anche vero che sono convintissima del fatto che se Becky Lynch dovesse tornare come The Man, il pubblico la amerebbe. Ad esempio nell’ultima puntata di Raw andata in onda ieri sera, la wrestler ha fatto un promo post qualificazione per il MITB Ladder Match che ci ha mostrato un po’ della vecchia Becky face e tutti le andavano dietro tranquillamente.

Ma andando avanti, per farvi entrare il più possibile in testa l’immagine del ritorno di questa gimmick, mi viene in mente di dirvi che magari è comodo e bello pensare che per Wrestlemania 39 possa essere lei a sconfiggere Ronda Rousey, che teoricamente ha il contratto valido fino a quel momento, anche a chiusura del cerchio perché dobbiamo ancora vedere il loro 1 vs 1 che tanto abbiamo aspettato. Dovrebbe essere proprio QUELLA Becky Lynch, The Man, a compiere questa missione, a dire: “Okay a Wrestlemania ci sfidiamo con in palio il titolo e la carriera in WWE,” e ovviamente dovrebbe vincere mandando via la Rowdy e tornando sulla vetta della divisione almeno per un po’ prima di lasciare spazio a qualche giovane wrestler.

Però giustamente c’è un problema: come può Becky Lynch tornare ad essere The Man?

Una vecchia amica

Per chi non lo sapesse io oltre ad essere una grandissima fan delle Four Horsewomen, nutro un particolare amore per Becky Lynch e Charlotte Flair, perché mi hanno aiutata tantissimo a diventare la persona che sono oggi in ambito professional wrestling. Non solo le adoro singolarmente, ma le adoro come amiche e come rivali.

La mia soluzione a questo periodo nero che sta vivendo Big Time Becks è in realtà quella di far tornare The Queen dalla sua pausa e in qualche modo di far incrociare le due, tanto ormai le barriere tra i due roster sono un po’ cadute, con Becky che potrebbe impazzire definitivamente per non aver conquistato la valigetta, con magari proprio lei che all’ultimo viene buttata giù o una cosa simile da una delle altre partecipanti, e mentre è in preda a questa pazzia incontra Charlotte che le dice: “Questa non è la Becky Lynch che conoscevo, non è la Becky Lynch che mi ha tradita dandomi uno schiaffo, che ha lottato con le unghie e con i denti per arrivare a dominare la divisione femminile. Io rivoglio indietro quella Becky, rivoglio The Man”. Oppure addirittura potrebbero consolarsi poi a vicenda del fatto che nessuna delle due, dal famoso scambio delle cinture controverso, è più campionessa, ma entrambe sanno di essere al top della divisione e che si meriterebbero quelle cinture, secondo la loro visione delle cose. 

Con questo quadro in testa, mi immagino che Charlotte riesca in qualche modo a far svegliare Becky, che riesca a farle scattare qualcosa dentro, quella scintilla che ci dona nuovamente The Man. Ma perché proprio Charlotte Flair? Beh è semplice: nel bene o nel male, queste due riescono sempre a tirare fuori il meglio l’una dall’altra e questa volta non ci sarebbe nulla di diverso.

Per concludere, ovviamente questa è un’idea che mi sono fatta io come fan, ma sono sicura che possano esserci infinite soluzioni adottabili per cercare di far uscire Becky da questa situazione scomoda e che ormai è diventata noiosa. Sicuramente in linea generale per me è diventato chiaro il fatto che ci sia bisogno di un cambiamento, che può essere di gimmick, di atteggiamento da heel a face ecc… Ho solo voglia di tornare a tifare una delle mie wrestler preferite di sempre.

Io vi saluto, vi ringrazio per aver letto le mie parole e vi do appuntamento al prossimo articolo della rubrica Queen Of Moonsault. WOOOO!

Articolo precedente: Queen Of Moonsault - Il volto dei ribelli in WWE e AEW: Boss N’ Glow & MJF

Segui e supporta Donne Tra Le Corde