WWE WrestleMania Backlash 2022: i nostri pronostici



by   |  LETTURE 2861

WWE WrestleMania Backlash 2022: i nostri pronostici

WrestleMania è passata ma il suo nome continua ed echeggiare in questi mesi a causa di WrestleMania Backlash, un evento che nasce proprio per essere il seguito dello Showcase of Immortals. L’importanza, e quindi anche l’interesse, è certamente inferiore ma alcuni aspetti di questo evento meritano di essere analizzati approfonditamente.

Perciò non ci resta che pronosticare tutti i match della card di WrestleMania Backlash 2022.

Bobby Lashley vs Omos:
Avevo gradito l’idea di mettere in scena questo scontro a WrestleMania, ma non immaginavo che la rivalità potesse continuare anche dopo.

Ovviamente l’alleanza tra MVP e Omos ha sconvolto completamente le carte in tavola e la situazione alla vigilia di questo match è completamente diversa rispetto a quella di un mese fa. La WWE ha pensato che Bobby Lashley è ormai pronto per camminare da solo, una scelta che però presenta alcune insidie: il personaggio dell’All Mighty è stato un grande successo ed ha revitalizzato la carriera di Lashley, ma ho paura che da solo nel ruolo da babyface possa perdersi come già successo in passato.

Dall’altro lato, Omos ha di certo bisogno di un manager e MVP fa al caso suo. Il problema è che secondo me neanche questa alleanza porterà il colosso nigeriano a chissà quali vette. Il rischio complessivo, dunque, è quello di avere rovinato un’intesa vincente come quella tra MVP e Lashley per aiutare un Omos che non renderà i risultati attesi.

Comunque sia, bisogna procedere con la strada intrapresa e difficilmente Omos recupererebbe anche da questa sconfitta. Non che Bobby Lashley non ne risentirebbe, ma per Omos la situazione sarebbe ancora più problematica.
Vincitore: Omos

Happy Corbin vs Madcap Moss:
Quello del babyface è un ruolo molto difficile da portare avanti in WWE a causa della gestione del suo booking team.

Per una volta, la federazione di Stamford è riuscita ad ultimare un turn face di successo, con il pubblico veramente coinvolto. La trasformazione di Madcap Moss da sidekick a lottatore totalmente emancipato è stata ormai completata e l’ultimo passo vedrà WrestleMania Backlash come cornice.

Sul buon Moss la WWE ci punta da tempo ma non è mai riuscita a trovare un ruolo che facesse al caso suo, tra un infortunio e l’altro ed un periodo a NXT in cui non è mai riuscito a farsi un nome. Si tratta dunque di un momento che non può essere sprecato e penso che questa primavera sarà determinante per capire quale sarà lo status di Madcap Moss in WWE d’ora in avanti.

Con queste premesse, il match di Backlash non può di certo terminare con una sua sconfitta, anzi, la vittoria su Happy Corbin deve essere anche netta, in modo tale da continuare questo push.
Vincitore: Madcap Moss

Edge vs AJ Styles:
Da WrestleMania in poi tutti i segmenti relativi a questa rivalità sono stati utili alla costruzione di Judgment Day, la stable di Edge formata, per ora, solo da lui e Damian Priest.

AJ Styles come personaggio è passato leggermente in secondo piano, se non per l’alleanza con Finn Bálor dell’ultima puntata di Raw. L’interesse di tutti è nel capire in cosa si sta trasformando il Judgment Day e chi saranno i prossimi wrestler ad entrarci.

Proprio per questo, credo che la WWE non può permettersi di far perdere Edge, nonostante la vittoria di WrestleMania, in quanto questo risultato andrebbe ad uccidere la credibilità della sua nuova stable. Inoltre, è evidente che il focus della storyline è il Judgment Day e non il Phenomenal One, quindi una vittoria sarebbe poco utile anche alla ricostruzione di AJ Styles.

La stipulazione che vede Damian Priest bandito da bordo ring si presta a scenari interessanti: un nuovo nome potrebbe approcciarsi al Judgment Day per aiutare Edge, anche se bisogna stare attenti a non riprodurre lo stesso identico finale di WrestleMania.

Un nome che mi viene in mente è proprio Finn Bálor, che userebbe l’alleanza con Styles solo per avvicinarsi ad Edge.
Vincitore: Edge

Seth Rollins vs Cody Rhodes:
Come giusto che sia in un PLE che si chiama WrestleMania Backlash, in questo evento si terrà il secondo atto di uno dei match chiave dell’ultima edizione dello Showcase of Immortals, quello tra Cody Rhodes e Seth Rollins.

Cody ha portato una ventata di freschezza a Raw, proponendosi immediatamente come il suo top babyface e ricevendo grandi risposte da parte del pubblico. La storyline raccontata è semplice: Cody deve dimostrare che la vittoria di WrestleMania non è stata solo fortuna e che è superiore a Seth Rollins anche ad armi pari, senza arrivi a sorpresa.

Tutto questo deve far pensare ad una vittoria dell’American Nightmare, ma secondo me la WWE ci sorprenderà. È vero, Cody non può perdere se questa è la posta in gioco, ma può farlo se alla fine sarà lui a vincere la rivalità.

La WWE ha bisogno di rivalità importanti già pronte per il prossimo PLE, Hell in a Cell, in modo da proporre dei match validi all’interno dell’omonima struttura. La rivalità ha, dunque, bisogno di andare avanti e ciò non è possibile senza una vittoria di Seth Rollins.

Penso che prima di arrivare al titolo Cody Rhodes sarà parte di tutti i principali match del calendario WWE, dall’Hell in a Cell al Money in the Bank e così via, perciò credo che la scelta più semplice per attuare questo piano sia quella di allungare questa rivalità ancora di un mese per pensare ad un nuovo avversario in tempo per SummerSlam.
Vincitore: Seth Rollins

SmackDown Women’s Championship: I Quit Match: Charlotte Flair vs Ronda Rousey:
A WrestleMania la WWE ha sorpreso tutti facendo perdere Ronda Rousey.

Una scelta difficile da prevedere ma sensata, perché è evidente che ci sia qualcosa che non va nell’attuale personaggio della Baddest Woman on the Planet. Pochi giorni dopo è stato annunciato il rematch con stipulazione speciale “I Quit”, un match che Ronda non può di certo perdere.

Tuttavia, anche dopo un mese, la situazione attorno al modo in cui viene vista l’ex fighter UFC non è cambiata ed aver ritardato di un qualche settimana l’inizio del suo regno si è rivelato inutile.

Per questi motivi e per come si è arrivati a questo appuntamento speciale, non riesco proprio a vedere Ronda Rousey con il titolo alla vita al termine di questo match. Non ho la più pallida idea di cosa si inventerà la WWE per permettere a Charlotte di mantenere la cintura, ma il mio pronostico rimane questo.

Temo che il finale sarà qualcosa al limite tra il controverso e la presa in giro, con l’ipotesi della radiolina che mi sembra la più probabile, nonostante la poca originalità. Probabilmente il turn heel è l’unica cosa che più salvare l’immagine di Ronda Rousey a questo punto.
Vincitrice e ancora campionessa: Charlotte Flair

Bloodline vs Drew McIntyre & RK-Bro:
Per settimane e settimane la WWE ci ha venduto l’unificazione dei titoli di coppia come il piatto forte del momento, ricordandocelo sia a Raw che a SmackDown.

Poi è avvenuto qualcosa che ha rimescolato le carte in tavola, ed il match tra Usos e RK-Bro si è trasformato in un 6-man tag team match con l’aggiunta di Roman Reigns e Drew McIntyre. Può darsi che la WWE abbia deciso di non unificare più le cinture di coppia? Secondo me no, l’evento è solo posticipato, ed è per questo che trovo questo cambio di card ancora più incomprensibile.

Il lato positivo è che si iniziano a gettare le basi per lo scontro fra Roman Reigns e Drew McIntyre, che in questo momento appare come l’unico degno sfidante del Tribal Chief. Anche qui, però, penso che dovremmo aspettare almeno fino a SummerSlam prima di assistere a questo scontro.

Insomma, tanto booking sì a lungo termine come piace a noi, ma anche molto lento. WrestleMania ha ricordato a tutti il dominio della Bloodline e lo show che ne deve fare da degno successore non può che reiterare questo concetto.

Roman Reigns è l’Undisputed WWE Champion e la Bloodline non può essere impensierita da nessuno. Se questa è la linea guida che la federazione ha deciso di intraprendere, Backlash non può che riaffermarla.

Iniziare a porre dei dubbi sulla vera forza della Bloodline ad un mese da WrestleMania e in un match con veramente poco in palio sarebbe alquanto difficile da capire per me.
Vincitori: Bloodline

Backlash: la nuova WWE dopo WrestleMania

WrestleMania Backlash è uno show che sta ricevendo pochissime attenzioni per via di una card non del tutto entusiasmante.

Diverse rivalità che stanno portando avanti negli show settimanali ancora non sono pronte per un match in un PLE, su tutte Ezekiel vs Kevin Owens e Becky Lynch vs Asuka, e questo contribuisce a considerare Backlash come un evento assolutamente non imperdibile.

Tuttavia io considero questa card solida e soprattutto coerente al nome e al tema che l’evento vuole avere. L’assetto della WWE non muterà dopo questo show ma diversi match hanno un esito veramente incerto e questo non può che scatenare curiosità.

Anche per WrestleMania Backlash è tutto, appuntamento tra un mese per Hell in a Cell.