WWE WrestleMania 38 (Sunday): i nostri pronostici



by   |  LETTURE 1957

WWE WrestleMania 38 (Sunday): i nostri pronostici

Benvenuti alla seconda parte dei pronostici di WrestleMania 38, quella dedicata alla card della serata di domenica.

WWE Women’s Tag Team Championship: Queen Zelina & Carmella vs Sasha Banks & Naomi vs Liv Morgan & Rhea Ripley vs Natalya & Shayna Baszler:
Da dove cominciare… un’accozzaglia senza senso ideata solamente per dare un contentino a tutte le donne che non competeranno per un titolo massimo.

Ma è possibile che la WWE abbia ancora difficoltà a creare delle storyline non titolate per la divisione femminile? Era così difficile trovare di meglio per personaggi di tutto spessore come Sasha Banks, Rhea Ripley, Shayna Baszler, Alexa Bliss…? Ancora una volta la federazione si poggia su questi titoli inutili per accontentare tutti, ma probabilmente non i fan che avrebbero gradito qualcosa di più pensato.

Detto questo, i titoli di coppia troveranno nuove proprietarie e la dinamica tra Zelina e Carmella lo rende abbastanza evidente. L’indecisione è tra le due coppie babyface ma io vado con Sasha Banks e Naomi. Questo perché Rhea Ripley è rimasta bloccata di recente nella divisione di coppia, mentre Sasha Banks e Naomi erano state le prime a qualificarsi per questo match, e quindi quelle ad esser state “costruite” maggiormente.

La loro vittoria sarà un premio per Naomi, che negli ultimi mesi ha guadagnato diversi consensi, ed anche per Sasha Banks dato che sarà la sua prima vittoria a WrestleMania.
Vincitrici e nuove campionesse: Sasha Banks & Naomi

Omos vs Bobby Lashley:
Non so per quale motivo, ma questo match mi interessa.

Se non altro, la costruzione di Omos ha avuto un senso e ci ha portato a questo incontro tra colossi a WrestleMania. Uno scontro che appare molto equilibrato, perché in fin dei conti pochi sarebbero stati capaci di aggiungere tanta incertezza ad un match di Omos come Bobby Lashley.

Si è trattata di una scelta intelligente anche per Lashley, che probabilmente ha ricevuto l’ok dai medici solo nelle ultime settimane e non era ormai possibile preparare qualcosa di meglio per lui al Grandest Stage of Them All.

L’ho definita una scelta intelligente per lui, ma è sottointeso che deve vincere. Secondo me anche la WWE si è resa conto dei limiti di Omos, perciò anche il suo push deve avere gli stessi limiti e credo che una vittoria contro lo All Mighty sarebbe andare oltre.

Anche perché, dopo una vittoria del genere, si dovrebbe andare quantomeno verso un titolo, e non penso proprio che questo sia nei piani della federazione di Stamford.
Vincitore: Bobby Lashley

Anything Goes: Sami Zayn vs Johnny Knoxville:
L’idea di vedere questo match in una card di WrestleMania non è di certo soddisfacente, ma bisogna apprezzare il modo in cui Sami Zayn è riuscito a costruire questa contesa, talmente bene da convincermi a voler vedere questo ultimo atto per capire come andrà a finire questa storia.

Sono contento che abbia ricevuto questo meritato atto di fiducia dalla WWE. In una WrestleMania in cui i non-wrestler sono tanti, Johnny Knoxville non era proprio necessario e, al contrario degli altri, penso che non cercherà neanche di dare qualcosa dal punto di vista atletico.

La stipulazione è “Anything Goes” e c’è una motivazione. Il significato è “vale tutto” e credo che sia in linea con il personaggio di Sami Zayn: vincerà Knoxville grazie all’aiuto della combriccola di Jackass nel modo più sporco possibile, così che Zayn potrà andare avanti settimane e settimane a lamentarsi di quanto accaduto, gridando alla cospirazione quando invece era tutto consentito dalla stipulazione del match.
Vincitore: Johnny Knoxville

Pat McAfee vs Austin Theory:
Il potenziale di questa storyline era molto alto ma non è stato affatto sfruttato.

Entrambi i contendenti sono stati presi sotto l’ala protettiva di Vince McMahon in un modo o nell’altro ma anche la più banale gelosia nel godere delle attenzioni del Chairman non è stata minimamente esplorata nelle ultime settimane.

Per entrambi doveva essere un incontro visto come una grande occasione di farsi notare dal grande pubblico, ed invece tutto ciò su cui si è basata la storyline è stato un semplice scambio di provocazioni.

Mi viene da pensare che il fine ultimo di questo match sia lo shock-value che verrà provocato dalle abilità sul ring di Pat McAfee, un qualcosa di simile a quanto già visto a NXT con Adam Cole; proprio per questo penso che sarà il commentatore di SmackDown a vincere.

Austin Theory avrebbe di più da guadagnare da una vittoria come questa ma credo che porteranno avanti ancora per un po’ la storia del protetto di Vince McMahon che non riesce ancora a farcela da solo nonostante tutte le opportunità che gli vengono concesse.
Vincitore: Pat McAfee

Raw Tag Team Championship: RK-Bro vs Street Profits vs Alpha Academy:
I titoli di coppia di Raw verranno contesi in un incontro dall’alto potenziale, sebbene non sia condito da una storyline avvincente.

Giusto dare questo spazio agli RK-Bro, tra gli act più convincenti dell’ultimo anno. Ed è proprio in funzione del loro percorso che probabilmente verrà gestito questo match. Tutto sta nel capire se la divisione di coppia di Raw necessita ancora di loro o meno.

Nonostante i due funzionino come coppia, ho l’impressione che lo split sia imminente. Secondo me già nel Raw post-WrestleMania Riddle potrebbe clamorosamente tradire Randy Orton, il quale più volte nelle ultime settimane ha rivelato di considerare il King of Bros come un vero amico.

Un tradimento durante il match sarebbe un vero WrestleMania Moment, ma credo che la WWE voglia tenersi un segmento del genere per il giorno successivo, quando si volta definitivamente pagina. Per mettere in scena lo split, però, c’è bisogno di un cambio di titolo e credo che sarà a favore degli Street Profits, i quali non sono sulle vette della categoria tag team da un bel po’, al contrario dell’Alpha Academy.
Vincitori e nuovi campioni: Street Profits

Edge vs AJ Styles:
Lo scontro tra Edge ed AJ Styles sarà sicuramente uno dei piatti forti di questo evento, uno di quei match che sa veramente di WrestleMania.

La rivalità è stata portata avanti nel modo meno convenzionale e prevedibile, in quanto in pochi si sarebbero aspettati questa versione di Edge. Una versione che, per ora, a me non dispiace, ed anzi, apre a molte possibilità per il futuro.

È un Edge che può sicuramente aiutare molti talenti ad emergere e può consolidare molti babyface. Infatti un altro spunto di questo cambio di direzione è il fatto che AJ Styles tornerà ad essere tifato dal pubblico e con questo ruolo potrà tornare a ricoprire posizioni più importanti nelle gerarchie del roster dopo un anno passato un po’ in sordina.

Ma nonostante questa analisi, secondo me non sarà questo il match che farà partire il nuovo push del Phenomenal One. Prima di tutto bisogna consolidare la nuova gimmick della Rated R Superstar, perché ho la sensazione che abbiano solamente raschiato la superficie con questo personaggio.

C’è bisogno di far vedere quanto sia temibile e pericoloso questo nuovo Edge ed una sconfitta andrebbe solo che ad affossarlo. Per AJ Styles ci sarà tempo di riprendersi, ma per come è stata portata avanti questa storyline, credo che sarà Edge ad avere la meglio a WrestleMania.
Vincitore: Edge

Winner Take All Title Unification Match: Roman Reigns vs Brock Lesnar:
“The Biggest WrestleMania Match of All-Time”… questo il modo in cui la WWE ci sta presentando questo incontro.

Lo è veramente? Beh, questo è un argomento di grande discussione. C’è da dire che questo match chiuderà la trilogia di WrestleMania di Roman Reigns e Brock Lesnar e soprattutto una storyline che va avanti fin da SummerSlam.

Tuttavia, ciò che stona di più, è questo bisogno di accentrare su questi due atleti tutte le maggiori attenzioni che una vetrina come il Grandest Stage of Them All può dare. Non c’era bisogno di un match di unificazione così come non c’era bisogno che Brock Lesnar vincesse il WWE Championship.

La promozione per questo scontro ha tolto tantissimo spazio ad altri membri del roster che avrebbero meritato una costruzione più accurata ed un match di più alto spessore. Il pronostico è abbastanza incerto perché entrambi i lottatori potrebbero ricoprire il ruolo di campione assoluto.

Il regno di Roman Reigns meriterebbe ancora di continuare perché in questo momento la WWE non ha una star più grande di lui. D’altra parte, Brock Lesnar è anche l’uomo giusto per sconfiggerlo, perché il regno del leader della Bloodline dovrà pur finire prima o poi e non vedo qualcuno che possa compiere quest’impresa al di fuori di The Beast, specialmente se alle spalle c’è anche una storyline di 7 mesi.

Alla fine, però, il mio pronostico è con il Tribal Chief perché voglio pensare che tutta questa rivalità sia servita proprio per fargli compiere un ulteriore passo in avanti, rappresentato da una vittoria su Lesnar a WrestleMania che nelle prime due occasioni è mancata; far vincere Brock Lesnar sarebbe forse un passo indietro a livello narrativo.

L’unica preoccupazione che ho per Lesnar è che, questa volta, non so se riuscirà a riprendersi completamente da una sconfitta come questa, specialmente con il nuovo personaggio da babyface.
Vincitore e nuovo campione: Roman Reigns

WWE e la costruzione di WrestleMania 38

Complessivamente la card di WrestleMania di quest’anno ne ha un po’ per tutti i gusti, ma in un modo in cui forse nessuno riesce a rimanere completamente soddisfatto.

I grandi match di cartello sono pochi rispetto alla lunghezza della card e la costruzione poco intensa non ha di certo aiutato. Rispetto alla prima, questa seconda serata sa tanto di intrattenimento a discapito del wrestling puro, con Edge e AJ Styles a salvare la situazione per i fan della disciplina; ancora una volta, sembra che la WWE si sia appoggiata quasi esclusivamente a Roman Reigns vs Brock Lesnar per vendere questa serata.

Ciò che sarà interessante è capire quale sarà l’assetto della WWE dopo WrestleMania, quando Reigns e Lesnar la finiranno di darsi battaglia, quando i titoli saranno unificati e quando sarà il momento di tornare a puntare su altri elementi del roster.

La compagnia di Stamford dovrà rimboccarsi le mani dopo una Road to WrestleMania nel quale molto è stato distrutto con lo scopo di fornire un’edizione dello Showcase of Immortals il più accattivante possibile.

Il risultato, alla vigilia, non è stato un granché, ma non nego che le possibilità di divertirci guardando questo show, alla fine, sono comunque elevate.

Con questo vi saluto ad auguro a tutti voi un buon weekend di WrestleMania.